Pegaso, se non ci fosse, si dovrebbe creare

Concluse le operazioni di gara relative alla procedura aperta per l’affidamento del servizio di custodia, apertura, chiusura, pulizia e funzionamento della piscina comunale e della palestra “S.Parisi”.
Con determinazione dirigenziale del settore Sicurezza-Protezione Civile-Contratti del 16 maggio scorso, è stata dichiarata aggiudicataria del servizio la Società Cooperativa Sociale Pegaso di Ragusa, per l’importo di 71.470,25 euro al netto del ribasso dello 1,51% sull’importo a base di gara di 72.566 euro, oltre Iva.
Il servizio dovrà essere svolto per la durata di 4 mesi, dal 1° giugno al 31 luglio e dal 1° settembre al 31 ottobre.

Passano le amministrazioni, passano i sindaci, qualcuno, nel tempo, ha storto il naso per l’eccessiva presenza della cooperativa nel gestire i servizi comunali, qualcuno ha eccepito rilievi sulla gestione del personale, ma resta il fatto che l’erogazione dei servizi è regolare, nessuno contesta il lavoro che viene svolto, piuttosto c’è da rilevare come tanti parlano ma, in effetti, da anni, non ci sono attività imprenditoriali né cooperativistiche in grado di controbattere lo strapotere della Pegaso.
Il che sarà un vantaggio per la cooperativa ma depone a sfavore di una imprenditoria locale inesistente o di scarsa consistenza che non riesce a proporre valide alternative per le esigenze della città.
Restiamo nel paese dove il posto fisso resta sempre l’obiettivo più ambito e comodo.

Ultimi Articoli