Percorsi (In)Formativi sul disagio esistenziale, a cura dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale della Salute

In occasione del riavvio dell’attività dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa, in concomitanza con la celebrazione della festa liturgica di San Luca evangelista, patrono di medici e operatori sanitari, sarà illustrata, sempre nella sede dell’Ordine dei medici di via Nicastro, a partire dalle 17, una nuova iniziativa: i percorsi (in)formativi di prevenzione relativi al disagio esistenziale.
Sarà destinata agli studenti delle scuole medie e superiori oltre che alle comunità parrocchiali.
“Trattare un tema delicato come quello del disagio esistenziale non è semplice, perché presenta moltissime sfaccettature ed elementi da tenere in considerazione – afferma il direttore dell’ufficio diocesano, don Giorgio Occhipinti – I percorsi (in)formativi di prevenzione cercheranno di definirne il concetto esaminando le caratteristiche delle alterazioni del comportamento.
Il disagio è l’espressione di una “domanda”, non patologica (o non ancora patologica), inerenti problemi psicologici e affettivi, difficoltà familiari e di relazione, difficoltà scolastiche, malessere esistenziale connesso agli squilibri durante il processo di costruzione dell’identità”.
Inoltre, per San Luca, alle 10 sarà celebrata una santa messa per i medici e gli operatori sanitari al Pronto soccorso dell’ospedale Giovanni Paolo II. Nel pomeriggio, invece, alle 15,30, nella sede dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri, ci sarà prima la presentazione delle attività dell’ufficio diocesano per l’annualità 2019/2020.
Poi, a seguire, sarà conferito il mandato ai componenti della Consulta. E, quindi, la presentazione dei percorsi (in)formativi.

Ultimi Articoli