Progetto “Dal carcere un aiuto alla città”

Lunedì 25 marzo presso la Casa Circondariale si firma la convenzione per avviare detenuti a lavori di pubblica utilità

Alle 10,30 di lunedì 25 marzo, presso la Casa Circondariale di contrada Pendente, sarà firmata tra la Direzione della Casa Circondariale di Ragusa, il Comune di Ragusa e la Magistratura di Sorveglianza, la convenzione relativa alla realizzazione del progetto “Dal carcere un aiuto alla città” mirato all’attuazione di percorsi riabilitativi e di reinserimento sociale dei detenuti.
A sottoscrivere la convenzione saranno la direttrice della Casa Circondariale di Ragusa, dr.ssa Giovanna Maltese, il sindaco, avv. Giuseppe Cassì ed il magistrato di sorveglianza, dr.ssa Monica Marchionni.
L’accordo che sarà sottoscritto tra le parti – spiega l’assessore allo sviluppo di comunità Giovanni Iacono che sarà presente alla firma della convenzione – servirà ad avviare un percorso di formazione per i detenuti preposti ai lavori di pubblica utilità a cui verranno forniti tutti gli strumenti e quanto necessario allo svolgimento in sicurezza delle attività.
La Direzione della Casa Circondariale di Ragusa ha avuto cura di individuare i detenuti da inserire nel progetto, a redigere il programma di trattamento del detenuto da inserire nell’attività lavorativa, sulla base di un programma predisposto dal Comune, che è stato inviato al magistrato di sorveglianza per l’assegnazione al lavoro di pubblica utilità.
La stessa direzione inoltre, svolgerà i controlli necessari per verificare la corretta partecipazione dei detenuti al progetto”.
Alla firma della convenzione presso la Casa circondariale sono invitati ad intervenire gli operatori dell’informazione a cui verrà illustrato il progetto “Dal carcere un aiuto alla città”.

Ultimi Articoli