Ragusa Calcio in finale di Coppa Italia

L’Asd Ragusa Calcio 1949 raggiunge un altro traguardo nel corso di questa fortunata stagione che l’ha già vista premiata con il salto di categoria in Eccellenza.
Gli azzurri, battendo ieri con il risultato di 4-1 in trasferta a Cammarata la locale formazione del Kamarat, hanno staccato il pass per la finale di Coppa Italia di categoria.
Sfideranno lo Sporting Pedara, l’altra finalista che ieri, oltre a ottenere l’accesso alla finalissima che si giocherà in una partita secca allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio (data ancora da definire), ha conquistato il diritto al salto di categoria in Eccellenza in quanto il Ragusa ha già ottenuto il diritto a disputare la serie superiore avendo vinto il girone D del campionato di Promozione.
Gli azzurri guidati in panchina da Filippo Raciti, dopo il successo ottenuto all’andata con il punteggio di 2-0, erano andati in trasferta con il chiaro intento di difendere il risultato e, se possibile, di mettere a segno almeno un gol che avrebbe reso la rimonta dei locali molto difficoltosa.
La gara era cominciata in salita per i ragusani che, a causa di un tiro improvviso, in un’azione confusionaria nella propria area di rigore, avevano subito un gol.
Quando si temeva il peggio, ecco che è uscito fuori, ancora una volta, il carattere di questa squadra che ha subito pareggiato i conti con Gargiulo e che poi è riuscita a ribaltare il risultato con Passewe.
E prima di andare negli spogliatoi, ci ha pensato Butera a fissare il punteggio sul 3-1 per gli azzurri.
Nella ripresa, complice il fatto che il Kamarat ha dovuto rinunciare a uno degli effettivi, espulso, il Ragusa ha pensato solo ed esclusivamente ad amministrare il risultato.
In ogni caso Ricca ha reso ancora più rotondo il risultato in favore della squadra azzurra con un poker che ha lanciato la squadra di Raciti in finale.
“Siamo molto contenti per come sono andate le cose – sottolinea l’allenatore – anche perché eravamo con un organico ridotto all’osso visto che siamo stati costretti a lasciare a casa parecchi degli under.
Poi, parecchi dei nostri erano diffidati e quindi hanno cercato di giocare senza commettere fallo.
Peccato per il cartellino giallo a Mogni che adesso dovrà saltare la finalissima.
Dedichiamo questo risultato ai nostri tifosi che, ancora una volta, hanno seguito la nostra squadra in trasferta, sobbarcandosi sacrifici non da poco, e che ci hanno sostenuto dal primo all’ultimo minuto.
Ancora una volta abbiamo giocato per onorare alla grande questa maglia”.

Ultimi Articoli