Ragusa Calcio e Nova Virtus : una domenica esaltante

Il Ragusa Calcio 1949 vince, a Siracusa contro il ‘Riccardo Garrone Siracusa’ e conquista la vetta solitaria della classifica.
Un buon impatto sul match, sin dai primi minuti iniziali, e una condotta di gara finalizzata a creare numerose occasioni, anche se ne sono state concretizzate appena due, hanno consentito all’Asd Ragusa Calcio 1949 di conquistare tre punti molto pesanti sul campo dell’Rg Siracusa che, al momento, valgono il primo posto in classifica, e per di più in solitaria, nel girone D del campionato di Promozione.
E’ questa, in sintesi, la fotografia di quanto accaduto ieri con gli azzurri che si sono imposti con il risultato di 2-0 grazie alle reti di Lombardo, che ha subito sbloccato il risultato, e di Passewe, che ha consentito agli ospiti di consolidarlo.
Certo, resta il rammarico per il fatto che il risultato avrebbe potuto assumere proporzioni ben più ridondanti visto che gli azzurri hanno sprecato moltissimo.
Per il tecnico Raciti è stata una vittoria che ha badato a non sprecare energie, in vista degli impegni futuri.
Mercoledì si annuncia la sfida di Coppa Italia, la gara di ritorno del secondo turno, che si giocherà alle 15,30 allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio. Arriverà il New Modica.
All’andata finì 2-2 e, quindi, gli azzurri cercheranno di sfruttare, per quanto possibile, il fattore campo e il peso dei due gol realizzati in trasferta.
E poi c’è l’attesa per la sfida di campionato di sabato, in casa con lo Sporting Eubea.
In classifica Ragusa a 13 punti, seguono Caltagirone e Sporting Eubea a 12, il Real Siracusa fermo a 10 punti, fermato dall’Enna.
Per le altre iblee di Promozione, vittoria del Pozzallo sul Frigintini, per 4-1, l’Atletico Scicli si è imposto 3-1 sul Cara di Mineo, il Modica ha perso 3-1 a Floridia.

In Eccellenza il Marina di Ragusa paga lo scotto della neopromossa e cede contro il Paterno che divide la testa della classifica con il Terme Vigliatore, a 10 punti, seguite dal Santa Croce, vittorioso a Mascalucia contro il San Pio X, per 2-1, a 9 punti.
la squadra del Presidente Alabiso è costretta a contenere le ambizioni di ben figurare nel campionato di Eccellenza che, forse, deve essere affrontato con più timore reverenziale nei confronti delle avversarie.

Altra squadra seguita nel capoluogo è quella della Nova Virtus, di pallacanestro maschile che, all’esordio nel campionato, vince, soffrendo, contro l’Acireale.
Una vittoria importante per i ragazzi di coach Di Gregorio che hanno dovuto lottare non poco per avere ragione di una neopromssa incontenibile.
I ragusani chiudono i primi due tempini in svantaggio, 12-18 il primo quarto, 32-37 il secondo.
Dopo l’intervallo lungo, la squadra ragusana si mostra più lucida e vivace ma si viaggia punto a punto, gli acesi riescono a chiudere in vantaggio anche la terza frazione, sul 54-57.
L’ultima frazione è al cardiopalma, con i tifosi impressionati dalle bombe di Manservisi e Kucinskis, ma il nostro Di Natale rende pan per focaccia agli avversari.
Si arriva a 27” dalla fine sul 71 pari, i virtussini mostrano carattere e seguono le indicazioni della panchina, facendo girare la palla al limite dell’area avversaria fino a quando Canzonieri smarcato sulla destra butta dentro 3 punti che valgono la vittoria.
Arriva così il primo successo per la Virtus Ragusa che però ha mostrato alcune fragilità, frutto della mancata fluidità del gruppo che deve rodarsi bene visto il roster completamente cambiato rispetto allo scorso anno. Una squadra che deve riassettarsi, bilanciare ruoli e giocatori nuovi. E si sa, per ristabilire un equilibrio che produca risultati, il tempo è l’assoluto padrone.
“Non abbiamo fatto una partita eccezionale – commenta a caldo Coach Di Gregorio – anche perché do merito all’Acireale che si è presentata sul nostro parquet con la faccia tosta e con la capacità di metterci in difficoltà in alcune situazioni. Una cosa positiva è sicuramente il risultato, frutto di una partita giocata punto a punto e che ci ha visto vincere solo nel finale. Abbiamo tanto da lavorare, da migliorare sicuramente alcune situazioni sia tecniche che tattiche ma principalmente – prosegue Di Gregorio – dobbiamo lavorare sulla mentalità perché in questo campionato non ci possiamo permettere di avere pause o pensare che qualche squadra viene a Ragusa per regalarci qualcosa. Lavoreremo per migliorare gli schemi offensivi e per avere un gruppo che abbia una concezione di gioco univoca e vincente”

Parziali: 12-18; 37-32; 54-57; 74-71
Virtus Ragusa
Comitini, Vacirca 5, Nardi 9, Firrincieli, Causapruno 1, Di Natale 22, Marletta, Bocchieri, Carnazza 2, Salafia 16, Ferlito 9, Canzonieri 10
All. Di Gregorio

Basket Acireale
Khomyn 2, Cerame, Manservisi 12, Panebianco 20, Pulvirenti, Patanè 5, Gulisano, Venticinque 4, Persano 19, Kucinskis 9
All. Panebianco

Ultimi Articoli