Il Ragusa Calcio vince a Frigintini e mantiene la vetta della classifica

Soddisfatto il tecnico dei ragusani, Filippo Raciti, per il successo rotondo sul Frigintini ma, più ancora, per il carattere dimostrato dalla squadra che ha lottato, da grance, con convinzione, fino all’ultimo, nonostante il grande vantaggio.
Raggiante, Raciti ha detto, alla fine della partita: “Al di là del punteggio, che guardo fino a un certo punto – sottolinea l’allenatore azzurro – non posso fare a meno di sottolineare che, a differenza della settimana scorsa, quando in casa con il Megara a un certo punto avevamo finito con l’abbassare i ritmi rischiando di farci pareggiare la partita, stavolta abbiamo continuato a correre sino alla fine. Ed è stato un bel modo di chiudere la partita perché abbiamo dimostrato di avere sempre fame. Vuol dire, dal mio punto di vista, che è servita la sollecitazione rivolta ai ragazzi nel corso della settimana parlando della gara con il Megara quando, nonostante la vittoria, non ero rimasto contento di come ci eravamo mossi soprattutto nella ripresa. Stavolta, invece, nulla da dire”.
Alla rete nel primo tempo di Mogni, hanno fatto da contraltare, nella ripresa, le marcature, sempre azzurre, di Valencia, Passewe, Filicetti e Kinna su rigore.
“Una bella girandola di reti – chiarisce ancora l’allenatore – tra l’altro realizzate tutte da giocatori differenti, per non parlare delle numerose altre occasioni sprecate. Insomma, stavolta sono contento perché abbiamo giocato davvero da grande squadra e non ci siamo risparmiati un attimo. E’ questo il gruppo su cui voglio scommettere per il futuro”.
Anche perché gli impegni sembrano non finire mai per l’Asd Ragusa Calcio 1949. Che mercoledì 7 novembre scenderà di nuovo in campo per affrontare, nella gara di andata degli ottavi di finale di Coppa Italia, il Real Belvedere Siracusa. La partita si giocherà in terra aretusea.
“Ci prepareremo con la massima attenzione – sottolinea Raciti – la Coppa Italia è un’altra delle strade che intendiamo percorrere sino in fondo per arrivare a conquistare degli obiettivi importanti.
Naturalmente, ricordiamo bene che cosa è accaduto in campionato quando non siamo riusciti a scardinare il fortino del Real. Giocheremo con la massima determinazione per riuscire a fare risultato”.

Frigintini – Ragusa 0-5
Frigintini: Campo, Corallo, Campailla, Puccia (1’st Buscema), Barillà, Incardona, Basile, Vicari, Vasile, Calabrese, Sella (21’st Palacino)
Ragusa: Aglianò, Mazza, Principato, Valencia, Lombardo, Ricca (35’st Priola), Butera, Mognì, Gargiulo (33’st Kinna), Filicetti, Passewe
Marcatori: 30’pt Mognì, 25’st Valencia, 27’st Passewe, 33’st Filicetti, 42’st Kinna
Arbitro: Falco di Siracusa

Il Ragusa ha dimostrato una netta supremazia ma il Firgintini non costituisce test probante per le scarse qualità dimostrate, con un organico ridotto e qualche infortunio.
Nella ripresa, nulla potendo contro la supremazia ospite, il Frigintini è crollato e Ragusa ha dilagato.

Nel primo tempo il Ragusa prende in mano le redini del gioco e grazie ad un Filicetti libero di giostrare a centrocampo sfiora più volte il gol.
Primo gol al 30’ per merito di Mognì che, ottimamente imbeccato da Felicetti, mette la palla in rete là dive il portiere Campo non può arrivare.
Secondo tempo tutto di marca ragusana, soprattutto dopo l’uscita di Sella, al 20’, poi il gol di testa di Valencia, su calcio d’angolo di Filicetti, quelli di Passewe e dello stesso Filicetti e il rigore messo a segno da Kinna.

Ultimi Articoli