Ragusa-Catania: l’equilibrio di Peppe Cassì e la smania dei comunicati

Sugli esiti della riunione romana del pre-CIPE, di oggi 20 marzo c’è la nota, come sempre equilibrata, del Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì che, in relazione alla riunione preparatoria del CIPE che doveva discutere sull’incartamento del progetto per il raddoppio della Ragusa-Catania, ha dichiarato:

“Giungono notizie positive da Roma, con il preCipe di oggi che ha appena dato il via libera affinché la Ragusa-Catania venga inserita nella seduta del prossimo 4 aprile del Comitato interministeriale per la programmazione economica, passaggio necessario a un assenso definitivo all’opera.
Questo importante momento non può essere caratterizzato da ingiustificate esultanze o da stucchevoli polemiche: siamo di fronte a un’opera necessaria e improrogabile, per la quale il territorio e la sua espressione politica, di qualunque colore e grado, devono assolutamente continuare a fare squadra.
I cittadini chiedono a chi amministra risultati tangibili, non proclami o bandiere di partito. Solo se compatta questa terra può far sentire la propria voce, a tutti i livelli.

Compattezza che non trapela dal tono dei comunicati e dei commenti sull’evolversi della situazione.
Tralasciando le ormai stucchevoli polemiche fra i sindaci in passerella e gli assessori che sfornano date di apertura dei cantieri alle quali aggiungono ora cifre mirabolanti per il completamento della starda senza intervento del privato, fra i comunicati e i commenti successivi alle notizie provenienti da Roma non possiamo non rilevare la discordanza di toni fra il comunicato del Presidente provinciale ASCOM e il vertice del COMITATO DI CONCERTAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI DI IMPRESE DELLA PROVINCIA DI RAGUSA, del quale l’ASCOM fa parte.

Di notizie moderatamente positive per il futuro della Ragusa-Catania parla ConfCommercio Ragusa, per il superamento di buona parte delle criticità, notizie riferite alla delegazione ragusana, formata dal presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, e dal direttore Ance Ragusa, Giuseppe Guglielmino, dal vicepresidente della Regione Armao.
Le valutazioni di ordine tecnico effettuate oggi a Palazzo Chigi consentono il sostanziale superamento di tutti i dubbi insorti nei giorni scorsi. Insomma, il peggio, per il futuro della Rg-Ct, sembra ormai passato.

Diverso nei toni, appare la riflessione affidata al sito #SENZAUMETRODIAUTOSTRADA, che fa riferimento al Comitato ristretto, dove si legge:

Raddoppio della Ragusa Catania. Il pre CIPE di oggi ha deciso, tanto per cambiare, di non decidere.
ERA PIU’ CHE PREVEDIBILE, però, ad aprile, ci sarà un altro CIPE (guarda caso a ridosso delle elezioni europee). Quindi, quello di oggi, è stato un anticipo del pesce di aprile.
Pare, ma lo dicono le malelingue, che tutto sia stato organizzato per sminuire il valore della manifestazione di domani, ma noi non crediamo a queste maldicenze.
LA MANIFESTAZIONE DI DOMANI ASSUME UN VALORE ANCORA PIU’ IMPORTANTE.
Non possono continuare a prendere in giro un intero territorio.
DOMANI ORE 10 TUTTI A PIAZZA POSTE A RAGUSA.

Nel Comitato di concertazione ci sono almeno una quindicina di componenti, se ognuno dovesse fare una nota aggiungeremmo confusione a quella esistente !

Ultimi Articoli