Ragusa, iniziative ‘ambientali’ del consigliere D’Asta e dei consiglieri 5 Stelle

Il Consigliere Comunale Mario D’Asta presentera’ una mozione perche’ l’ambito urbano sia sempre piu’ rispettoso dell’ambiente e vuole rendere la città di Ragusa “plastic free”
Vietare l’uso di bicchieri, piatti e materiali di plastica in genere sul territorio comunale.
È questo il senso della proposta, già adottata in altri comuni dell’area iblea, che il consigliere comunale Mario D’Asta intende inserire in una mozione da presentare in Consiglio comunale per far sì che la stessa, condivisa da tutte le forze politiche presenti in seno al civico consesso, si trasformi in un atto di indirizzo per invogliare il sindaco a emanare una ordinanza specifica in tale direzione.
“L’obiettivo – chiarisce D’Asta – è quello di puntare a creare sempre di più una città senza plastica, più virtuosa e più rispettosa dell’ambiente.
Ma non solo. Questo divieto favorirebbe una raccolta differenziata ancora più efficace.
In particolare, con la mozione, occorrerebbe vietare agli esercenti la distribuzione ai clienti di sacchetti per la spesa monouso in materiale non biodegradabile, promuovendo e incentivando, al contempo, l’utilizzo dei sacchetti di tela, o di genere simile, non usa e getta da preferire anche al sacchetto biodegradabile, tutto ciò per promuovere la cultura del riutilizzo.
Poi, sarebbe opportuno stabilire che in occasione di iniziative pubbliche, momenti aggregativi di ampio respiro (sagre o manifestazioni analoghe) sul territorio comunale, gli esercenti possano distribuire al pubblico, visitatori e turisti, esclusivamente posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile.
D’Asta ritiene che a Ragusa sia arrivato il momento di compiere un passo in avanti in tale direzione e che, soltanto attraverso una specifica ordinanza, si possa arrivare a tagliare un traguardo che ci consenta di liberare la città dalla plastica e dall’inquinamento che la stessa produce.

Iniziativa non meno encomiabile, dal punto di vista ‘ambientale’, propongono i consiglieri del gruppo del Movimento 5 Stelle che presentano una mozione per fare aderire il Comune all’iniziativa “alberi per il futuro” promossa dal ministero dell’ambiente e rivolta a tutti gli enti locali territoriali
Individuare delle aree pubbliche in cui mettere a dimora nuovi alberi e arbusti sul territorio comunale, aderendo di fatto all’iniziativa “Alberi per il futuro”.
E’ il senso della mozione che i consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, Alessandro Antoci, Sergio Firrincieli, Zaara Federico, Giovanni Gurrieri e Antonio Tringali hanno presentato in Consiglio con l’auspicio che la discussione su tale punto possa essere costruttiva e che, soprattutto, il civico consesso adotti un atto deliberativo finalizzato a impegnare il sindaco ad emettere provvedimenti finalizzati ad aderire all’iniziativa “Alberi per il futuro” promossa dal ministero dell’Ambiente.
“Domenica 18 novembre, infatti – spiegano i consiglieri pentastellati – si terrà in tutti i comuni d’Italia che aderiranno, l’iniziativa “Alberi per il futuro” promossa dal ministero dell’Ambiente.
E’ rivolta proprio a tutti i Comuni d’Italia ed è un appuntamento senza bandiere politiche, al solo scopo di favorire la forestazione urbana mettendo a dimora migliaia di alberi e arbusti, anche con l’obiettivo di contrastare i cambiamenti climatici, prevenire il dissesto idrogeologico e migliorare la qualità della vita”.
I consiglieri del Movimento Cinque Stelle chiedono, inoltre, al sindaco di coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio di Ragusa al fine di sensibilizzare anche le fasce più giovani sul delicato argomento.
“Ma non solo – continuano i consiglieri pentastellati – nella mozione che abbiamo presentato e che auspichiamo potere discutere il prima possibile in aula, chiediamo all’amministrazione comunale di adottare specifiche campagne informative per promuovere la cultura del verde e la conoscenza dell’ecosistema boschivo”.
Una Ragusa più verde e con l’attivazione di adeguati percorsi di sensibilizzazione per coinvolgere sempre di più la cittadinanza ad assumere decisioni in dimensione ecologista. I
consiglieri Cinque Stelle ritengono che, se il sindaco fornirà ascolto alle sollecitazioni provenienti dall’aula, si potrà arrivare ad avviare un interessante percorso di attenzione sull’argomento in grado di coinvolgere i ragusani.

Ultimi Articoli