Il Ragusa Rugby torna a giocare a Napoli contro la Partenope

Dopo la prima lunga pausa del Sei Nazioni, resa ancora più lunga dal rinvio della partita con Santa Maria Capua Vetere, gli uomini di coach Greco scenderanno in campo domenica 11 in Campania, ospiti della Partenope Napoli, attuale battistrada del girone e reduce dalla vittoria, tra le mura amiche, con il Cas reggio Calabria nello scontro diretto.

Abbiamo sentito quattro tra i protagonisti di questa corsa playoff, i capitani di Cas e Trepuzzi, che si sfideranno domenica a Reggio, Lorenzo Imbalzano e Ilio Assenzio e i coach di Ragusa e Partenope German Greco e Marcos Reyna.

Cominciamo proprio dai due coach ai quali abbiamo chiesto che tipo di partita sarà Partenope-Ragusa e se per loro e decisiva. “Non credo sia una partita da considerare decisiva” ci dice Reyna “questo campionato si deciderà secondo me nella penultima del girone, prima è impossibile; come dico ai ragazzi queste partite si giocano punto a punto, le vince chi sbaglia di meno.”
Gli fa eco Greco “Partenope-Ragusa è sicuramente una partita importante, la Partenope è una squadra storica con una mischia solida e con un ottimo gioco al piede del loro allenatore/giocatore Reyna ; dobbiamo fare un buon lavoro per limitare la loro mischia ed avere più possessi; non ritengo sia comunque decisiva, due anni fa ad esempio giocammo la penultima partita determinante dei playoff con l’Amatori Napoli con due partite perse e un pareggio alle spalle”. Alla domanda su quale squadra temono si sbottona poco il tecnico ibleo “il campionato è lungo e aperto, tutti possono vincere con tutti, magari vinci una trasferta sulla carta difficile e perdi in casa la partita in teoria facile.” più chiuso per Reyna il pronostico “secondo me Partenope, Ragusa e Reggio sono le squadre che possono giocarsi questo campionato”.

La stessa domanda l’abbiamo posta ai capitani di Trepuzzi e Cas “Per la promozione” ci dice Assenzio “temo ovviamente Reggio, Partenope e Ragusa, senza nessun ordine, secondo me il campionato si deciderà tra di loro e la differenza in classifica sarà frutto di piccoli episodi e dettagli.”
Nonostante Reggio abbia battuto Ragusa ma perso a Napoli il reggino Imbalzano la vede diversamente “mi mancano da vedere Santa Maria e Salento ma alla luce di ciò che si è visto in campo temo molto il Ragusa. Avete un allenatore di categoria superiore che legge le partite e cambia tattica e avversario in base a chi si trova di fronte, ma soprattutto schiera una linea di 3/4 che, con l’innesto di Failla, si può considerare già da serie B; a mio avviso la promozione si deciderà nelle partite in casa quindi la partita dell’8 aprile (Ragusa-Reggio) sarà un crocevia quasi definitivo”

Aggiungiamo noi, a proposito di innesti, che il Reggio, dopo il rientro dell’estremo Valenti e l’arrivo dell’ala Fragalà, ha riabbracciato in settimana il centro Bercich e ha ingaggiato lo scozzese Fraser Robb (ex Valpolicella, Reggio Emilia, L’Aquila e Sondrio) candidandosi a nostro avviso al ruolo di favorita.
Ma il campo sarà, come sempre, sovrano. Non ci resta che ricordarvi che Partenope – Ragusa si giocherà alle 11,30 a Boscotrecase (per via dell’indisponibilità dell’Albricci di Napoli) e sarà trasmessa in diretta facebook sulla pagina ufficiale del Ragusa Rugby.

(in foto Giorgio Carbonaro seconda linea del Ragusa Rugby )

Ultimi Articoli