Il Ragusa Rugby va a Enna con in testa i play off

A tre giornate dalla fine, e con il passaggio alla fase Play Off pressoché certo, il Ragusa va a cercar punti in casa delle Aquile di Enna.
La prima fase del campionato di serie C1 volge al termine. Ancora tre giornate, due in dicembre, l’ultima il 14 gennaio e poi sapremo i nomi delle due squadre che potranno continuare a coltivare il sogno della promozione in serie B.
In realtà, uno lo conosciamo già, è quello del Ragusa, che domenica ha staccato il biglietto per la seconda fase, anche se, a voler essere pignoli, si tratta ancora di un biglietto virtuale in quanto ai ragusani mancano dieci punti per la certezza matematica, dieci punti che dovrebbero arrivare nelle prossime due giornate, quando la squadra di coach German Greco dovrà affrontare prima fuori casa le Aquile di Enna e poi tra le mura amiche i Lions Messina.
Due partite non impossibili, anche in considerazione del fatto che attualmente le due squadre occupano l’ultimo e il penultimo posto in classifica e che nel girone di andata i ragusani li hanno già battuti con risultati più da basket che da rugby (102-0 e 107-0).
Naturalmente in casa Ragusa si vola bassi e si tengono i piedi ben piantati per terra («Prima pensiamo a vincere queste due partite e poi possiamo parlare di seconda fase») ma è evidente che la testa di tutti è già alla seconda fase, quando gli iblei affronteranno, oltre alla seconda classificata del girone siciliano, anche le prime due dei gironi campano e pugliese.
Intanto, comunque, c’è da superare l’ostacolo Enna. La squadra di coach Rivoli viene da due partite non giocate, la prima persa a tavolino con l’Amatori Catania 1963, la seconda, con Reggio Calabria, invece è stata rinviata e quindi si dovrà recuperare, e il solo obiettivo rimasto alla società gialloverde è quello di evitare l’ultimo posto in classifica, che porta direttamente in serie C2.
In iblea si ostenta tranquillità: coach Greco ha tutto l’organico a disposizione, e quindi avrà solo l’imbarazzo della scelta per decidere che XV mandare in campo, e, con tutti il rispetto che si può portare per la formazione ennese, non sarà certamente la squadra di Gaetano Comito che potrà impensierire i bianconerazzurri.
L’incontro si giocherà al “Pregadio”, il fischio d’inizio sarà dato alle ore 14:30

( a cura di Meno Occhipinti – Ufficio Stampa Ragusa Rugby)

Ultimi Articoli