“Ri-pensare i vuoti”, dallo scalo merci alla città

Un seminario aperto ai cittadini per confrontarsi sul tema del riuso degli spazi urbani, “Ri-pensare i vuoti”, è stato organizzato, su proposta del Comune di Ragusa, dall’Ordine degli Architetti di Ragusa, presieduto da Salvatore Scollo, e dalla Fondazione Arch, presieduta da Vittorio Battaglia.
Un seminario di studio per approfondire le tematiche relative all’acquisizione dell’area dell’ex scalo merci, di recente acquisito dall’ente locale, e allo scopo di ampliare le riflessioni su tutto lo spazio urbano.
Un primo sopralluogo presso l’area dello scalo merci, nella mattinata odierna, seguito da una visita alle cave di asfalto, nel pomeriggio sopralluogo a Cava Gonfalone e vallata S. Domenica accompagnati dal prof. Giorgio Flaccavento.
Seguiranno momenti di approfondimento e confronto sul tema, fissato per domani, sabato 15 giugno, dalle 9,30 alle 15,30, al City di Villa Margherita, quando, alla presenza dei rappresentanti dell’Ordine degli Ingegneri, verranno approfonditi i temi del riuso e del rapporto tra spazi urbani da riqualificare e città.
Il seminario di domani è aperto e immaginato come un laboratorio in cui saranno presentate planimetrie, cartografie, stralci degli strumenti di pianificazione, foto d’epoca, al fine di potere entrare nel merito dei temi discussi. Sarà caratterizzato dalla presentazione di alcuni progetti di laurea sull’area dell’ex scalo merci, dalla presentazione dei progetti dell’amministrazione, a cura dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Giuffrida, e del progetto della metropolitana di superficie, a cura dell’ing. Giuseppe Corallo (ufficio programmazione opere pubbliche del Comune di Ragusa), dalla presentazione del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile), a cura di Giovanna Licitra, vicesindaco e assessore comunale alla Mobilità.
Inoltre, è in programma l’intervento del prof. Roberto Collovà dell’Università di Palermo su “I parchi nascosti”. Interverrà anche il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, sulle aree dismesse all’interno della città emiliana. Previsti anche gli interventi degli architetti Maria Giuseppina Grasso Cannizzo e Carmela Canzonieri a partire dei temi del seminario. Durante il seminario saranno esposte le tavole del progetto di Roberto Collovà.

Ultimi Articoli