Sogni o programmazione?

I 5 Stelle del gruppo consiliare al Comune di Ragusa fanno opposizione all’amministrazione Cassì, quasi per partito preso, non fanno politica come ci si attenderebbe.
Il Movimento 5 Stelle nasce come partito di lotta e di protesta, contro il sistema, contro la casta, contro il palazzo che vorrebbe aprire come una scatoletta di tonno.
C’è chi, invece, all’interno del gruppo consiliare, aspira a diventare tonno e a collaborare con l’amministrazione Cassì, a diventare produttivo per le scelte e le iniziative della giunta.
Può darsi che ci sia un nuovo corso, in linea con le tendenze nazionali, già colui che vorrebbe diventare tonno ha provato qualche iniziativa con elementi del PD, o presunti tali.
Ma non c’è politica, non c’è riflessioni su temi importanti, relativi all’ambiente, all’urbanistica, ai progetti culturali, al turismo, alle politiche di sviluppo, c’è solo la voglia di punzecchiare l’avversario con banali argomentazioni, sterili e strumentali.
Non si intravede un rapporto con i vertici del movimento, non ci sono rapporti con la deputazione che sembra una entità astratta, non c’è un momento di riflessione sulla politica locale, su quella regionale, su quella nazionale, nessuno, per esempio, si esprime sull’accordo nazionale con il PD, oggi arriva la notizia della nomina di Giancarlo Cancelleri a viceministro delle infrastrutture, ma non c’è nessuna nota di congratulazioni e di esaltazione per le sorti delle infrastrutture del territorio.
Non pensano minimamente, i 5 Stelle di Ragusa che li potrebbe vedere alleati con il PD nella prossima corsa a Palazzo dell’Aquila, perdono solo tempo a ripetere all’infinito che la giunta Cassi manca di programmazione.

Non mostrano eccessiva fantasia nel rilevare, con insistenza, come la giunta Cassì manchi di programmazione, ma anche in questo caso, ci permettiamo di dissentire.
A nostro modesto parere, anzi, la giunta Cassì eccede in programmazione e sarebbe tempo che arrivino delle soluzioni concrete.
Area dello Scalo merci, trattative per palazzo Tumino, previsione di utilizzo della ex biblioteca, ecomuseo, GAL, Distretto del Cibo e altre diavolerie della moderna politica, sono, ormai, in età da marito e attendono soluzioni concrete.

In tema di programmazione basta dare una occhiata agli ultimi comunicati, sintomo di una attività, volta al futuro prossimo che fa intravedere, addirittura, un surplus di programmazione.

Il Comune è interessato ad acquisire in regime di locazione il complesso immobiliare di via Giacomo Matteotti di proprietà dell’Opera Pia Collegio di Maria Addolorata Felicia Schininà per realizzare un polo di aggregazione sociale
Per l’Amministrazione tale spazio si presta a ricevere numerosi utenti/visitatori ed ad essere destinato ad una pluralità di attività aggregative come la creazione di coworking, l’attivazione di servizi a supporto dell’imprenditoria giovanile, l’organizzazione di eventi culturali e di attività convegnistica.

Il Comune partecipa all’avviso pubblico della Regione Siciliana a favore degli enti locali per l’attribuzione delle aree residue e non assegnate delle Zone Economiche Speciali della Sicilia Orientale
L’Amministrazione comunale, su proposta del Vicesindaco ed Assessore allo sviluppo economico, d.ssa Giovanna Licitra, ha deciso di candidarsi per essere inclusa nelle “Z.E.S. – Zone Economiche Speciali” della Sicilia Orientale.
La Giunta Municipale infatti con delibera n. 538, ha approvato nel pomeriggio di ieri l’atto di indirizzo a mezzo del quale ha deciso di partecipare all’avviso pubblico emanato dalla Regione Siciliana – Assessorato delle Attività Produttive per la richiesta di inclusione nella ZES Sicilia Orientale, dando altresì mandato al Sindaco di presentare domanda di candidatura per l’attribuzione delle aree disponibili non assegnate delle Zone Economiche Speciali. Con lo stesso provvedimento si dà mandato ai dirigenti dei Settori III e VI, rispettivamente “Governo del Territorio e Urbanistica” e “Sviluppo Economico” , di mettere in atto tutti gli adempimenti amministrativi necessari e consequenziali e di trasmettere la documentazione richiesta nell’apposito avviso pubblico della Regione Siciliana.

Il Comune partecipa ad un avviso pubblico presentando il progetto R.E.T.E, per la realizzazione di iniziative promozionali a sostengo dei sistemi produttivi regionali promossi dagli enti locali per l’anno 2019
La Giunta Municipale con provvedimento adottato nella giornata di ieri ha approvato il progetto “R.E.T.E.” (Ragusa Exclellent Tasting Experience) per la partecipazione all’avviso pubblico emanato dal Dipartimento regionale delle attività produttive per la concessione di contribuiti per la realizzazione di iniziative promozionali a sostegno dei sistemi produttivi regionali per l’anno 2019.
Il predetto avviso prevede la possibilità di richiedere finanziamento di progetti dell’importo non superiore a 40.000 euro, per iniziative di promozione e valorizzazione dei prodotti siciliani dei settori agroalimentare, artigianato, nautica, turismo, lapideo e moda.
Il provvedimento è stato approvato dalla G.M. a seguito dell’interesse manifestato dal vice sindaco ed assessore allo sviluppo economico Giovanna Licitra di partecipare all’avviso per promuovere e valorizzare il comparto agroalimentare ragusano attraverso un piano promozionale dei prodotti del settore e la creazione di un’offerta turistica integrata indirizzata al turismo enogastronomico, turismo esperienziale e di radice, facendo leva anche sulla presenza a Ragusa di rilevanti attrattori culturali.
Il costo complessivo del progetto presentato è di € 39,350,00 che graverà nella misura di € 35.021,500 sulla Regione e la restante parte, pari a € 4.328,50, a carico del Comune di Ragusa.
In caso di approvazione del progetto – dichiara il vice sindaco con delega allo sviluppo economico Giovanna Licitra – ci si avvarrà della collaborazione di altri enti ed organismi quali la Camera di Commercio del Sud Est Sicilia, i Consorzi di Tutela dei prodotti agroalimentari a Km 0, il Corfilac, Slow Food, le associazioni di categoria, i Centri Commerciali Naturali, il cui coinvolgimento sarà necessario per sviluppare un network di soggetti denominati R.E.T.E – acronimo di Ragusa Excellent Tasting Experience, che rappresenta il marchio comune identificativo di un territorio e connubio promozionale di prodotti agroalimentari”.

Il Comune aderisce come partner al progetto “Street & Truck Food – Festival proposto dall’Associazione Pescatori “San Francesco”

La Giunta Municipale nella seduta di ieri ha deliberato di aderire, in qualità di partner, al progetto denominato “Street & Truck Food Festival” proposto dall’Associazione Pescatori “San Francesco” di Scoglitti da presentare a valere dell’avviso per la selezione di proposte progettuali finalizzate alla valorizzazione commerciale dei prodotti ittici siciliani della Misura 5.68 “Misure a favore della commercializzazione – interventi a titolarità PO FEAMP 2014-2020.
Con lo stesso atto è stato approvato anche lo schema del protocollo d’intesa che il Comune sottoscriverà con la predetta associazione che delinea gli impegni che le parti si assumono in caso di ammissione al finanziamento del progetto.
Tra le diverse azioni d’intervento definite nel progetto ed inserite nel protocollo d’intesa sono previste:
– Partecipazione alla Fiera Agroalimentare Mediterranea che si svolgerà dal 27 al 29 settembre, quale occasione per creare fra gli operatori della marineria iblea una rete che consenta di operare in chiave sistemica fra loro e con gli operatori di altri territori offrendo una più ampia ed organica capacità produttiva;
– Realizzazione di un seminario il 27 settembre in occasione della Fiera Agroalimentare Mediterranea a cui parteciperanno i rappresentanti della marineria, referenti del mondo universitario, Ordini professionali provinciali degli agronomi, veterinari, biologi, rappresentanti dell’azienda sanitaria provinciale, referenti dell’Autorità marittima, cuochi del territorio specializzati nella preparazione di piatti realizzati con il pescato locale;
– Organizzazione di attività promozionali e di ittiturismo e pescaturismo mettendo in relazione il mondo della pesca con tour operator del nostro territorio.
Nell’ambito di tale azione sarà organizzato a Marina di Ragusa il 4/5 ottobre un evento promozionale sul pescato;
– Campagna di informazione e comunicazione ai consumatori sulle qualità nutrizionali ed organolettiche dei prodotti ittici, sui requisiti igienico sanitari per la vendita al dettaglio dei prodotti ittici.
Il protocollo d’intesa prevede altresì che in caso di ammissione del progetto al finanziamento si provvederà ad attivare un gruppo di lavoro costituito da professionisti di grande esperienza nel settore.

Anche in tema di personale, non mancano i programmi:

Sul sito istituzionale del Comune, nell’apposita sezione dedicata ai Bandi di gara – Concorsi di prossima scadenza, è stato pubblicato l’avviso di selezione pubblica per la copertura a tempo pieno determinato, di n. 1 posto di Dirigente con profilo professionale amministrativo.
La selezione pubblica a tempo determinato, per l’assunzione per tre anni prorogabile, comunque non oltre la scadenza del mandato del sindaco, riguarda n. 1 dirigente con profilo professionale amministrativo da destinare, in fase di primo incarico, al Settore X “Organizzazione e gestione delle risorse umane – Contratti”. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro e non oltre il 25 settembre prossimo secondo le modalità indicate nel bando il cui testo integrale è scaricabile unitamente allo schema di domanda da presentare.

Pubblicato sul sito internet dell’ente il bando per la selezione di 50 operatori volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale.
Possono partecipare al bando giovani di età compresa fra i 18 e i 28 anni per l’attuazione dei due progetti, approvati e finanziati, presentati dal Comune di Ragusa – assessorato allo Sviluppo di Comunità, che “trasversalmente – specifica l’assessore competente Giovanni Iacono – impegneranno i giovani nei diversi assessorati, potendo sperimentarsi nel ruolo di agenti di sviluppo di comunità attraverso la promozione della partecipazione civica dei cittadini, l’accrescimento dei processi di democrazia partecipativa, la valorizzazione della dimensione comunitaria e la solidarietà organica della comunità ragusana.
Saranno impegnati nell’ambito ambientale e nell’ambito dell’anagrafe immobiliare comunale, nella promozione turistica del territorio, presso gli infotourist, presso il Castello di Donnafugata.
Svolgeranno una importante attività inerente alla protezione civile, nella raccolta dati e mappatura del territorio per l’aggiornamento del Piano di Protezione Civile. Il Comune di Ragusa – rimarca l’assessore Iacono – è stato l’ente che ha avuto approvato il maggiore numero di giovani, con il punteggio di 71 su 77, e questo a dimostrazione della qualità dei progetti presentati. Si offre così una occasione di impegno e di crescita”.
I progetti approvati sono: “Ragusa Pratica di Comunità” per 32 giovani ed il progetto “Ragusa Comunità Sicura” per 18 giovani.

Ultimi Articoli