Stabilizzazione precari storicizzati ASP Ragusa, on. Dipasquale: “Speriamo non si perda altro tempo”

“Forse i lavoratori precari storicizzati dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa troveranno un po’ di serenità grazie alla circolare emanata dall’assessore alla Salute con la quale si muove il primo passo verso la stabilizzazione”.
Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico, che ricorda: “Avevamo più volte denunciato il fatto che il Governo regionale aveva dimenticato di questo personale precario e speriamo che non si perda molto tempo per le procedure necessarie ad avviare la stabilizzazione”.
“Un risultato che si sarebbe potuto raggiungere già da tempo – commenta in conclusione il parlamentare ibleo – e auspichiamo che quanto prima i lavoratori precari dell’ASP di Ragusa e le loro famiglie, in queste condizioni in alcuni casi anche da decenni, possano ottenere finalmente quella tranquillità tanto agognata e che gli spetta”.

L’intervento dell’on.le Dipasquale è stato immediato, dopo la nota dell’Azienda Sanitaria Provinciale che ha comunicato della circolare dell’assessore regionale alla Sanità che appresso riportiamo:

L’Azienda Sanitaria di Ragusa ha già attivato i propri Uffici per applicare la circolare emanata dall’Assessore della Salute, avv. Ruggero Razza, in data 8 luglio 2019, che detta le linee guida per la stabilizzazione del personale precario storicizzato, ai sensi dell’art. 2 legge regionale n. 1/2019 e dell’art. 3 legge regionale n. 27/2016.

Nella circolare sono contenute le indicazioni operative utili per le Pubbliche Amministrazioni, le Aziende Sanitarie e Ospedaliere del Servizio Sanitario regionale riguardo all’applicazione delle procedure di reclutamento straordinario previste dalle suddette leggi regionali.

La circolare emanata dall’Assessore Razza consentirà di porre fine alla situazione di precarietà di tanti operatori della sanità che da anni, decenni, vivono una condizione di provvisorietà che non è più tollerabile.

«Ho ringraziato l’assessore Razza per la circolare così completa. È una risposta chiara e decisa che mette fine alle incertezze di tanti lavoratori e, soprattutto, ci consente di superare questa troppo, lunga e faticosa era del precariato.
A giorni proporremo il nuovo Piano del fabbisogno e daremo, così, inizio alle procedure.
Vista la disponibilità e apertura del Governo, dell’Assessorato della Salute, in particolare, e dei Deputati della Provincia che, costantemente, ci sono stati a fianco nelle nostre richieste, ci aspettiamo un ritrovato e rinnovato entusiasmo da parte dei lavoratori.» ha dichiarato il direttore generale, l’arch. Angelo Aliquò.

Ultimi Articoli