Tutti pazzi per la tassa di soggiorno: la destinazione la decide il Consiglio Comunale

Tutti sono buttati sulla tassa di soggiorno, soprattutto dopo il tentativo, da parte dei vertici dell’aeroporto di Comiso di ripetere il giochino tentato con il Comune di Ragusa per la destinazione di somme derivanti dalla tassa di soggiorno per l’istituzione di nuove rotte, poi derubricate, dopo che non sono riusciti a spendere le somme destinate, a semplici spazi pubblicitari di indefinita consistenza e ancor più aleatori ritorni.

Oggi è la CNA comunale di Ragusa a chiedere una convocazione urgente dell’Osservatorio permanente per la tassa di soggiorno, per discutere la contestata richiesta di destinare i proventi per intero alla Soaco.
La Cna comunale di Ragusa chiede all’amministrazione comunale di desistere dalla volontà, come emerge da più parti, di destinare per intero i proventi della tassa di soggiorno alla Soaco, la società che gestisce l’aeroporto di Comiso, per incrementare le rotte aeree.
Cade in un grossolano errore, però, il presidente Santi Tiralosi, secondo il comunicato, trascinando nello stesso la responsabile organizzativa Antonella Caldarera, asserendo che “l’organo deputato a prendere una decisione del genere è l’Osservatorio permanente come previsto all’articolo tredici dal regolamento comunale sull’imposta di soggiorno nella citta di Ragusa.”
Per evitare che non sia compreso quanto asserito, il presidente Tiralosi aggiunge che “allo scopo di evitare che siano assunte decisioni difformi alla volontà del suddetto organismo, invitiamo l’amministrazione comunale a volere convocare, nel più breve tempo possibile, l’Osservatorio in questione. Soltanto quando tutti i componenti dello stesso saranno seduti attorno al tavolo, sarà possibile decidere cosa è meglio e cosa invece no per il rilancio del turismo nella nostra città”.

Evidentemente si sconosce il regolamento citato, che all’art. 13 recita: “E’ istituito un Osservatorio Permanente … omissis… con il compito di monitorare gli effetti dell’applicazione dell’imposta e di formulare eventuali proposte correttive

Ultimi Articoli