Un cumulo di rifiuti addossato, di domenica mattina, alla cancellata della Cattedrale

La foto è stata pubblicata sui social, nelle prime ore di oggi, domenica 21 ottobre.
Un cumulo abnorme di sacchi pieni di rifiuti era addossato alla cancellata dei giardini della Cattedrale, poco sotto la via Roma, in corso Vittorio Veneto.
E’ quanto mai opportuno che si chiariscano quali sono gli obblighi degli esercenti, segnatamente in centro storico, e quali quelli della ditta incaricata della raccolta differenziata dei rifiuti.
E’ inammissibile che alle 9 di domenica mattina, quando la gente si avvia in Cattedrale, si debba assistere a questo spettacolo indecente, in pieno centro storico.
Nella stessa porzione di marciapiede erano posti dei contenitori per la differenziata, il fatto che non si vedano e che siano stati spostati, avvalora la tesi che possa trattarsi di una protesta, ma, in ogni caso, occorrerebbe prendere provvedimenti.
Se i titolari di esercizi commerciali e di ristorazione hanno il diritto di conferire all’esterno, alla fine di ogni giorno, dovrà essere previsto un adeguato servizio di raccolta. Ma, in ogni caso, i rifiuti debbono essere posti negli appositi contenitori che devono stare nelle immediate adiacenze dell’esercizio e non davanti alle case o alle attività altrui.
Chi non ha locali con adeguati spazi per lo stoccaggio giornalieri dei rifiuti cambi locale oppure provveda a conferire privatamente i rifiuti presso apposite piattaforme.
La città è diventata la città dei contenitori, al momento non sgradevoli da vedere perché ancora nuovi e puliti, ma è inammissibile che i marciapiedi siano invasi da queste cinquine colorate, spesso inadeguate per contenere l’esubero di rifiuti con conseguente ammasso esterno di sacchetti di tutti i tipi.
Il centro storico, in particolare, invaso quasi esclusivamente da esercizi pubblici per la ristorazione, vive questo disagio che, in certi momenti, rende invivibile la zona.

Ultimi Articoli