VIRAL HEPATITIS UPDATE AND CLINICAL PRACTICE

Un appuntamento annuale estremamente importante per la sanità, il convegno nazionale organizzato da CLEO – Club Epatologi Ospedalieri, che si terrà a Comiso nei giorni 17 e 18 prossimi, a partire dalle ore 14.00, al Centro direzionale delle Imprese, in via Sciascia, a Comiso.
Presenta il convegno il dott. Antonio Digiacomo, direttore dell’UOC di Medicina dell’ospedale “Guzzardi” di Vittoria. Previsto il saluto del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari e del direttore generale dell’Asp, arch. Angelo Aliquò.

Il programma dei due giorni si articolerà in sei sessioni tematiche con l’apporto di trentuno Relatori che affronteranno temi scientifici.
Prima Sessione: “EPATITI VIRALI “FOOD BORNE” E DEL MIGRANTE”; seconda, terza, quarta affronteranno il tema delle infezioni da HDV, HBV, l’epatite cronica da HCV.
Si tratta di manifestazioni cliniche variabili, la maggioranza delle confezioni si presenta come epatiti acute di gravità variabile senza caratteristiche che le distinguano dalle forme di infezione di solo virus B.
Nella sovrainfezione, nel 90% dei casi, si ha l’evoluzione verso la cronicizzazione trasformando il portatore di HBV in portatore di HBV+HDV, ma può essere anche causa di epatiti severe che assumono non raramente l’evoluzione a forma fulminante.

Altro tema centrale nella quinta sessione dove si parlerà della HCC, Il carcinoma epatocellulare o epatocarcinoma, o più raramente epatoma è la forma più comune di tumore del fegato. Verrà presentata l’epidemiologia nazionale e internazionale dell’HCC e le terapie mediche.
Lavori del convegno si concluderanno con la sesta sessione trattando “INFEZIONE DA HIV E COMORBIDITA’ HIV-HCV”.
Il Convegno ospiterà Epatologi di grande esperienza provenienti da tutto il Paese.
Si rileva la presenza del prof. Mario Rizzetto, scopritore, a livello internazionale, del virus dell’epatite delta; il prof. Antonio Craxì e della prof.ssa Maurizia Brunetto, tutte personalità di altissimo livello scientifico.
L’incontro è stato accreditato con 50 crediti ed è rivolto a: MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI in: Gastroenterologia; Geriatria; Malattie Metaboliche E Diabetologia, Malattie Infettive; Medicina Interna; Oncologia; Radioterapia; Anatomia Patologica; Microbiologia e Virologia; Patologia Clinica; (Laboratorio di Analisi Chimicocliniche e Microbiologia); Radiodiagnostica; Medicina Generale (Medici di Famiglia); Epidemiologia; Medicina di Comunità.

«Cleo rappresenta una fucina di interventi propositivi, di palestra dove leggere, commentare e discutere i lavori scientifici internazionali più significativi ma anche organizzare gruppi di studio.
Un’organizzazione dove si coltivano gli stessi interessi, la condivisione, la stessa passione, ovvero l’approfondimento della specialità, attraverso lo scambio di conoscenze, di pareri e casi clinici complessi. Il tutto nel più assoluto rispetto del singolo.» ha dichiarato il dott. Digiacomo.

Ultimi Articoli