A punteggio pieno il Ragusa Calcio 1949, esordio vincente in casa contro il Real Siracusa

Il Ragusa Calcio domina nella seconda di campionato, all’esordio casalingo contro il Real Siracusa, anche se gli ospiti si sono rivelati avversario da non sottovalutare e resistente più di quanto si poteva prevedere.
La gara si era messa subito bene per il Ragusa che, dopo appena 2 minuti è andata a segno con Randis, anche dopo il pareggio degli aretusei, con Spoto, la squadra di casa trova un magnifico gol di Sangarè che permette di andare negli spogliatoi in vantaggio.
Nella seconda frazione di gioco, il Ragusa tiene alta la pressione ma non finalizza le numerose occasioni da gol, così è il Real Siracusa a pareggiare con un calcio di rigore.
Solo nel finale, il Real cala di tono, i gol di Sferrazza e il secondo di Randis permettono al Ragusa di conquistare i tre punti, con relativa tranquillità.
Filippo Raciti elogia la voglia dei giocatori di vincere a tutti i costi, accoglie i tre punti con grande soddisfazione ma è realisticamente consapevole che c’è ancora da lavorare, la squadra deve carburare meglio ma si intravedono le potenzialità per perfezionare il collettivo e le strategie.
Del resto, si è lavorato fino nei giorni scorsi, e forse si sta ancora lavorando per rafforzare la rosa dei giocatori a disposizione, continuando nell’impegno che il presidente Puma sta dimostrando per una stagione di alto livello.

Per la prima volta in Italia, vestirà da questa stagione la maglia azzurra Lautaro Raiquen De Rios, difensore argentino pescato dal responsabile dell’area tecnica, Graziano Strano, che scommette su questo atleta, classe 1995, di cui si dice un gran bene.
Un giocatore che si adatta come terzino sinistro e come centrale, in Argentina, è stato in forza al Victoriano Arenas, al San Martin de Burzaco, all’Uai Urquiza e al Banfield.

Ha esordito alla prima giornata, prima dell’annuncio ufficiale del suo ingaggio, ma ci sono esigenze per mantenere a livelli accettabili l’interesse attorno alla squadra, con comunicati quasi giornalieri.
Simone Marfella, classe 1999, campano, centrocampista centrale ma in grado di giocare anche da esterno basso, cresciuto calcisticamente con il Pozzuoli, la scorsa stagione al Siracusa in Eccellenza, si è subito calato nei ranghi, ha saputo inserirsi negli schemi di mister Filippo Raciti e, sul difficile campo dell’Aci Catena, ha fatto pure bella figura. Altro elemento voluto dal responsabile dell’area tecnica, Graziano Strano.

Un occhio anche al settore degli under, con l’arrivo di Salvatore Parisi. Classe 2002, trequartista dai piedi buoni, è cresciuto calcisticamente nella Game Sport di Ragusa. Originario di Comiso, Parisi, da aprile a giugno è stato a San Severo, in prima squadra, dove ha militato nel campionato di Eccellenza.

Nell’ottica della valorizzazione dei giovani talenti, la società azzurra punta anche sul settore giovanile.
E’ stata creata una partnership con le realtà calcistiche di Giarratana e Monterosso che prevede l’attivazione di una vera e propria “cantera azzurra”, con tutte le varie categorie interessate: si parte dai Piccoli Amici, poi i Pulcini, quindi gli Esordienti, i Giovanissimi, gli Allievi sino ad arrivare alla Juniores.
“Il nostro progetto ha un senso – spiega il presidente Giacomo Puma – se riusciremo a rifondare in maniera seria e costruttiva il settore giovanile. Stiamo provando, anche su questo fronte, a riorganizzarci e ad assicurare delle risposte al movimento calcistico cittadino e non solo”.

Ora si punta all’incontro di sabato con il Taormina, formazione di vertice che non nasconde le sue aspirazioni in campionato.

Ultimi Articoli