Agesci Iblea: 50 anni tra celebrazioni e festeggiamenti al ‘Campo San Giorgio’

Si è svolto anche quest’anno il ‘Campo San Giorgio’, l’evento annuale che, solitamente, la branca esploratori e guide AGESCI della zona iblea organizza per onorare il santo patrono degli scout che ricade il 23 aprile.
Per motivi organizzativi viene spesso festeggiato nei week-end vicini a quella data. Vi ha preso parte anche il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari.

Nel primo fine settimana di maggio le cinquantasei squadriglie dei reparti della Zona Iblea ed i loro capi, per un numero complessivo di 400 persone, hanno scelto di uscire dal bosco, per portare i loro valori e colori tra la gente, in maniera fattiva e gioiosa e secondo lo stile scout, per vivere a pieno il territorio.

“Ripercorrendo le tappe dei cinquant’anni della nostra associazione -spiega Adriano De Caro, responsabile della zona iblea dell’Agesco- che proprio il 4 maggio del 1974, a seguito della fusione tra l’ASCI, movimento scout cattolico maschile, e l’AGI, movimento scout cattolico femminile, dava vita proprio alla nuova associazione denominata da allora AGESCI, Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani.”

Il sabato è stato scandito da vari momenti significativi come la Santa Messa, celebrata presso la Chiesa Madre di Comiso da don Salvatore Mallemi, assistente ecclesiastico della Zona Iblea, i momenti di catechesi e lo spettacolo serale presso la villa comunale della città, animato da una pattuglia di esploratori e guide che in stile scout ha festeggiato questo compleanno speciale tra sketch, musica e tanto divertimento. La domenica mattina le principali arterie del centro di Comiso sono state invase da centinaia di ragazze e ragazzi in camicia azzurra che hanno svolto un grande gioco a postazioni per le vie della città.

A concludere la cerimonia dell’ammaina bandiera guidata dagli Incaricati di Branca E/G della Zona Iblea, Pierfrancesco Cilia e Sandra Colletta. In Piazza Fonte Diana, alcune squadriglie competenti nella pioneristica avevano, infatti, costruito il tradizionale issa bandiere e il portale d’ingresso.
Alla cerimonia di chiusura campo, oltre ai responsabili della Zona Iblea Adriano De Caro e Jenny Dezio, è intervenuta anche il sindaco di Comiso Mariarita Schembari felice della presenza di così tanti giovani e felice della collaborazione con l’AGESCI per la realizzazione dell’evento.

Dopo il rinnovo corale della Promessa Scout, che rievoca valori di fratellanza, cittadinanza attiva, e gentilezza è stato significativo il gesto di solidarietà nei confronti del Gruppo Scout Vittoria 3 che qualche giorno prima aveva subito un pesante atto vandalico ai danni del loro camion di gruppo utilizzato per le svariate attività scout. Ciascun partecipante all’evento ha simbolicamente donato 1 euro per contribuire alla riparazione del mezzo del gruppo scout.

Ultimi Articoli