Al suono della campanella, ma quella di uscita, anche il sindaco Cassì ha rivolto un messaggio per il primo giorno di scuola

Messaggio del Sindaco di Ragusa, Peppe Cassì in occasione dell’avvio dell’anno scolastico:

Stamane, anche negli istituti scolastici di ogni ordine e grado della città, è tornata a suonare la classica campanella che ha segnato l’avvio delle lezioni del nuovo anno scolastico 2021/2022.
Lezioni in presenza tra i banchi delle scuole, dopo l’esperienza della dad necessaria per fronteggiare l’epidemia da Covid, con gli insegnanti che hanno accolto nelle classi dei diversi istituti migliaia di studenti.
Il sindaco Peppe Cassì in tale occasione ha ritenuto opportuno rilasciare la seguente dichiarazione:
“Più che apertura, preferisco parlare di una ripartenza delle scuole. Le classi, l’apprendimento in presenza, l’interazione con i compagni, il confronto continuo e perfino la campanella a scandire il tempo sono elementi fondanti della “vera” scuola, che a sua volta costituisce il fulcro di una comunità.
È sui banchi che si formano la cultura, le idee e il senso civico di una generazione, che presto o tardi sarà chiamata a prendere in mano il Paese che le lasceremo.
Tornare in classe contribuisce in maniera fondamentale a quella grande ripartenza che Ragusa e l’Italia tutta stanno vivendo: un ritorno alla normalità che vive di nuovo entusiasmo e anche, inutile nasconderlo, di nuove paure. So che la nostra comunità è pronta ad affrontarle, avendo già dimostrato lucidità e fiducia nella scienza. Il dato dell’ultimo bollettino è che abbiamo raggiunto la quota dell’80% di popolazione vaccinabile che ha ricevuto la doppia dose. Come lo scorso anno ci potranno essere delle difficoltà e come lo scorso anno saremo pronti ad affrontarle affidandoci a chi ha le competenze per farlo, rispettando la catena di comando che parte dal Governo, evitando la tuttologia da social e di affidarci al sentito dire.
Ragusa saprà ancora una volta fare squadra. E saprà, ne sono certo, ancora una volta migliorarsi. Ieri ho incontrato i dirigenti delle scuole comunali per un confronto pratico e per parlare anche di nuove attività, con l’Ecomuseo Carat che svolgerà un ruolo prezioso nel coinvolgimento dei più giovani per la scoperta e la valorizzazione del nostro territorio.
La Carta dei servizi degli Asili nido comunali, che presenteremo a breve, sarà invece uno strumento di garanzia degli standard e dei principi offerti dai nostri nidi. Siamo pronti, ma soprattutto, so che sono pronti, pieni di energia e di idee, i ragazzi e le famiglie, i docenti e il personale scolastico. Buona scuola a tutti”.

Ultimi Articoli