Attestazioni positive per i lavori alla villa di Ragusa Ibla

Ci sono numerose attestazioni per il buon lavoro svolto al Giardino Ibleo, l’oasi verde comunale che sta tanto a cuore ai residenti che vogliono mantenere nel sito l’eleganza e le testimonianze del passato.
Fra le associazioni più impegnate spicca quella dei residenti di Vivibla, sodalizio formato quasi esclusivamente da residenti, autentici appassionati, del tutto svincolati da mire e obiettivi politici, che da anni portano avanti istanze per il quartiere barocco, in maniera costante e disinteressata, nell’interesse comune, ancorché qualche scelta possa non essere del tutto condivisa, unanimemente, dall’opinione pubblica.
Per questi motivi, assume particolare rilevanza la nota di attestazione, a firma del Presidente dell’associazione, Gianluca Biazzo, che ha voluto significare l’apprezzamento per il lavoro svolto e la disponibilità all’ascolto degli amministratori che hanno accolto, spesso, suggerimenti e consigli scaturiti nel corso dei numerosi incontri e sopralluoghi.

Questa la nota dell’associazione Vivibla, della quale è giusto segnalare, fa parte il dott. Gianni Giannone, un vero e proprio ‘amante’ di Ibla, che da anni si interessa con particolare dedizione delle problematiche del quartiere barocco:

L’associazione Vivibla ringrazia l’amministrazione comunale per l’attenzione e la cura con cui si sta lavorando per i Giardini Iblei e inoltre per l’attenzione e la disponibilità che ci è stata rivolta nella fase preliminare con numerosi incontri e sopraluoghi che ci hanno permesso di illustrare le problematiche che interessavano la villa.
Fin dal 2015, l’Associazione, attraverso segnalazioni e numerose lettere, il cui riscontro è possibile rilevare presso il protocollo del Comune di Ragusa, ha cercato di sensibilizzare gli organi competenti ad interessarsi del Giardino in senso globale: siepi, palme, vasche, rimboschimento, guardiania, videosorveglianza, ecc…
Ma è solo grazie alla sensibilità e all’impegno costante del Sindaco Cassì e dell’Assessore Giovanni Iacono, nonché del Consigliere comunale Salvo Cilia, e del funzionario al verde pubblico, geom. Russo, che si è pervenuti finalmente alla attuazione di un progetto globale già in corso d’opera.
Un progetto che riguarda il Giardino Ibleo nella sua interezza: dal ripristino già realizzato della balaustra cadente, alla sistemazione dell’impermeabilizzazione della grande vasca, all’illuminazione dei viali, all’intervento di esperti agronomi e architetti del verde per individuare gli interventi più opportuni e necessari, in special modo per le siepi e per le palme. A questo si aggiunge l’impegno di ripristinare la figura del custode per proteggere quanto fatto.
Un risultato importante, ottenuto sicuramente in grandissima parte grazie all’amministrazione, ma anche grazie alla infaticabile continua segnalazione di necessità del Giardino Ibleo che la nostra associazione insistentemente ha portato avanti.

Ragusa, 14-04-2021

Il Presidente
Gianluca Biazzo

Ultimi Articoli