Calcio di Eccellenza, Giacomo Puma: “situazione instabile, ma se si ricomincia ci saremo”

Il Presidente del Ragusa Calcio 1949 è più volte intervenuto per esprimere la propria contrarietà ad una ripresa del campionato quanto mai densa di incognite.
Il caos che si è venuto a determinare, non solo per il calcio, a livello di campionati minori ha aumentato il disinteresse dei tifosi, il fatto di non poter stare vicini ai propri beniamini accresce il distacco dalla specialità, dovuto anche alle incertezze per la ripartenza e ai continui rinvii per casi di positività.
Manca anche una adeguata informazione, come in altri sport ci sono partite nel giro di pochi giorni, non sempre adeguatamente annunciate, si apprende per caso dei risultati, non c’è una idea chiara della composizione dei campionati, tantomeno delle classifiche.
Una situazione non stabilizzata che, di certo, danneggia il comparto e gli sforzi dei dirigenti.
Fra quelli che ancora non hanno intenzione di gettare la spugna, Giacomo Puma, Presidente del Ragusa Calcio 1949, che si dice contrario ad una ripresa nell’attuale situazione di emergenza pandemica ma assicura che, se si riparte, il Ragusa Calcio 1949 sci sarà-
“Continuiamo ad ascoltare in questi giorni dichiarazioni, provenienti da fonti attendibili, riferite al riavvio del campionato di Eccellenza. Noi manteniamo di certo la nostra contrarietà alla ripartenza per motivazioni esclusivamente legate alla salute di tutti i nostri tesserati. E’ chiaro, però, che se si ripartirà, con il format che è stato previsto, ci saremo anche noi”.
“Siamo contrari alla ripartenza, perché non si può dire affatto che si sia stabilizzata la situazione pandemica con riferimento ai contagi e, anzi, con le cosiddette varianti, adesso, c’è il rischio che la situazione possa ulteriormente peggiorare. Naturalmente speriamo che non sia così.
In più, si parla di applicare lo stesso protocollo sanitario utilizzato in Serie D anche al campionato di Eccellenza. Ma abbiamo visto come questo protocollo si sia rivelato sostanzialmente deficitario se è vero, come è vero, che ogni settimana si registrano tre-quattro rinvii.
In ogni caso, e questo lo diciamo a scanso di equivoci, il nostro obiettivo, così come era già all’inizio della stagione, sarà quello di posizionarci tra le prime otto posizioni in classifica, per giocarci le nostre chance finali ai play off. A tal proposito non escludiamo movimenti in entrata, sul fronte mercato, proprio per rafforzare la squadra e renderla competitiva sulla base delle suddette necessità. In pratica, è come se ripartisse un nuovo campionato. E, quindi, bisognerà organizzarsi di conseguenza”.

Ultimi Articoli