Come è finito l’acquisto degli scuolabus elettrici annunciati con i consueti squilli di tromba?

Ci rendiamo conto che l’annuncio dell’acquisto dei bus elettrici, di circa un anno fa, doveva far parte della comunicazione farlocca organizzata per la campagna elettorale.
In una nota dell’Ufficio Stampa del Comune si dava notizia dell’aggiudicazione della Gara Europea per l’appalto della fornitura di scuolabus a trazione elettrica, un intervento inserito nell’ambito del progetto operativo per la promozione del trasporto scolastico sostenibile finanziato dal Ministero della transizione ecologica.
Al tempo, il sindaco Cassì affermava: “Ragusa si è classificata al primo posto nella graduatoria del “Decreto clima”, finalizzato a premiare progetti per il contrasto della crisi climatica anche attraverso l’incentivo dei trasporti sostenibili, ottenendo un finanziamento da 1.248.000 € sui 20.000.000 € messi a bando dal Ministero.
Queste risorse ci consentono oggi di procedere alla fornitura di 8 nuovissimi scuolabus totalmente elettrici da 24 posti ciascuno, che entreranno in servizio dal prossimo anno scolastico.
Sono solo 19 i progetti a essere stati considerati meritevoli di finanziamento da parte del Ministero, a dimostrazione di come anche sul tema della Transazione ecologica Ragusa sia già avanti.”

Tanta premura per annunciare la consueta qualità di Comune virtuoso, degli scuolabus nemmeno l’ombra. Inutile fare commenti.

Ultimi Articoli