Continua l’egregio lavoro voluto dal Commissario Piazza in una terra dove domina l’assoluta inciviltà

Smaltite altre cinque tonnellate di rifiuti raccolti in provincia di Ragusa.

Anche durante il periodo pasquale l’attività di rimozione e smaltimento dei rifiuti ingombranti e dei pneumatici fuori uso voluta dal Commissario Straordinario del Libero Consorzio dei Comuni di Ragusa, Dott. Salvatore Piazza, lungo le strade extracomunali e non solo, è continuata su tutto il comprensorio ibleo.
In ottemperanza di quanto disposto dal protocollo d’intesa siglato con i 12 Sindaci della Provincia di Ragusa, sono stati rimossi e conferiti in discarica autorizzata kg. 5.000 di pneumatici fuori uso, materassi e divani abbandonati lungo la rete viaria dei Comuni di Scicli e di Ispica.
Il servizio di bonifica del territorio ibleo, di concerto con tutti i Comuni, continuerà nelle prossime settimane.

Inevitabile plaudire all’egregio lavoro della Provincia regionale, fortemente voluto al Commissario, dr Piazza, ma dalle foto a corredo della nota stampa non si può non mettere in risalto il bassissimo livello di inciviltà che è diffuso fra gli abitanti della nostra terra
Anche se si potesse comprendere l’abbandono di un sacchetto di rifiuti o di una vecchia sedia, non si potrebbero trovare attenuanti per la bassezza di molta gente e di molte imprese, in questo caso gommisti, che abbandonano materassi, divani e pneumatici in quantità industriale.
E questo aspetto dovrebbe essere messo maggiormente in risalto per provocare un risveglio della coscienza di ogni singolo cittadino, che possa aiutare a trovare soluzioni al triste fenomeno.
Per esempio, e in questo anche le associazioni di categoria dovrebbero intervenire, occorrono severi controlli sul lavoro dei gommisti, per ogni pneumatico nuovo montato ci deve essere il pneumatico sostituito smaltito regolarmente.
Naturalmente, trovati i responsabili di illegale smaltimento, non ci svuole solo la sanzione, ma la chiusura dell’esercizio.
Il problema è sempre uno, non ci sono adeguati controlli.

Ultimi Articoli