Da Palermo notizie poco rassicuranti sui contagi, l’on.le Dipasquale all’attacco degli assessori della giunta Musumeci

Nonostante i dati che hanno fatto propendere, negli ultimi giorni, per l’ottimismo sull’evoluzione della curva dei contagi, il quotidiano del capoluogo siciliano ci riporta alla realtà e dipinge, in serata, un quadro a tinte più fosche ( https://gds.it/articoli/cronaca/2020/11/26/coronavirus-in-sicilia-49-morti-in-un-giorno-drammatico-record-risalgono-casi-e-tasso-di-positivita-3a614db4-92f0-4f00-8d8d-ee33943bfb41/ )

Come si può leggere nell’articolo sarebbero aumentati i contagi nelle ultime 24 ore, in Sicilia, 1768 i casi, un tasso di positività che passa dall’11,52% al 15,37%, molto sopra la media nazionale (12,46%), 49 i decessi nelle ultime 24 ore.
38.508 positivi non sono cosa da nulla, oggi Ragusa fa registrare, come anche aveva anticipato il Direttore Generale ASP nel suo incontro in videoconferenza con i capigruppo consiliari del Comune, 180 nuovi casi.

Nel prosieguo di seduta, l’Assemblea Regionale Siciliana ha intanto respinto la mozione di censura delle opposizioni di centro sinistra all’assessore alla Sanità Razza.
Razza ha ammesso diversi errori nella gestione di questa pandemia, rivendicando quanto di buono fatto per la sanità siciliana, ma rigettando responsabilità per la classificazione arancione dell’isola.
Da avvocato, come era prevedibile ha rifiutato di commentare i fatti che sono all’attenzione delle istituzioni che stanno monitorando l’azione dell’assessorato per i posti letto.

Ieri, in aula, il deputato ragusano del Partito Democratico, on.le Nello Dipasquale, ha attaccato con veemenza l’assessore Razza e il Presidente della Regione, giudicati inadeguati al ruolo.
“Oltre il 1000% di positivi in più, il 325% di decessi in più; durante la prima ondata 2000 positivi e 300 decessi; a oggi siamo a 38mila positivi e quasi 1300 e solo nella città di Ragusa siamo passati da 9 morti a 98, un incremento MOSTRUOSO e tragico.
A fronte di tutto ciò il silenzio più totale e nessuna forma di ristoro per le zone rosse di Vittoria (è passato quasi un mese), Acate e Comiso.
E davanti a questa situazione drammatica, mentre forse si conclude la giravolta dell’assessore Razza sui numeri delle terapie intensive, dai banchi del governo l’assessore Messina, “l’assessore Gadget”, trova pure qualche motivo per sorridere.” Questo il contenuto di un post dell’on.le Dipasquale, a margine del video del suo intervento in aula che ha messo in risalto la cattiva gestione dell’emergenza sanitaria.

Oggi Dipasquale è critico sull’attività dell’assessore al turismo Messina:

Turismo Sicilia, on. Dipasquale critico su attività assessore Messina: “Mentre l’assessore scrive a Conte, non c’è un euro dalla Regione per il comparto”

“I siciliani adesso sono più tranquilli! Il comparto Turismo, altrettanto. Manlio Messina (l’ignoto assessore al Turismo della Regione siciliana) ha compiuto il suo “dovere”, ha svolto il suo compitino quotidiano, ha scritto la letterina al Governo centrale e – per giunta – ce lo racconta sui social: ora siamo tutti più sereni.
Messina, l’assessore Gadget, continui pure con la caccia alle streghe. Peccato che nel frattempo, dal suo assessorato, i siciliani non abbiano visto un euro. I siciliani, sentitamente, inorridiscono.
Con disistima”.
Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e segretario del Consiglio di Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Ultimi Articoli