Distaccamento vigili del fuoco a Marina di Ragusa: questa amministrazione non lo ha previsto

Troppe delicatezze nei rilievi del consigliere capogruppo del Movimento 5 Stelle, Sergio Firrincieli che farcisce il suo comunicato di “nessuna intenzione di polemizzare”, “vorremmo formulare una serie di riflessioni”, addirittura si tiene a sottolineare che “si tratta di un servizio che il Comune non è tenuto ad offrire per forza alla propria comunità”, si ravvisa “la necessità nell’ottica di una prevenzione capillare”.
La questione è solo di sicurezza in una parte del territorio comunale dove si catapulta gente da tutta la Sicilia, portando gli abitanti, di colpo da 4.000 circa a 50.000 e più, per quasi due mesi.
E la sollecitazione, ineccepibile, andrebbe fatta all’amministrazione comunale molto prima, a cominciare dal mese di marzo, se non addirittura inoltrata in sede di bilancio.
Invece di Marina di Ragusa se ne parla solo a stagione avviata, con enorme ritardo, e a farlo è uno che, forse, a Marina di Ragusa nemmeno ci abita, in estate.
E sulla problematica insorgono interrogativi naturali: dove sono i comitati, le consulte, le emanazioni di movimenti e di partiti ? Non considerano la questione prioritaria in tema di sicurezza o il mondo gira solo attorno al parcheggio sotto casa o allo stadietto di via delle Sirene ?
Bene fa il consigliere comunale a sollevare la questione, ma deve andare al sodo e dire che la scelta dell’amministrazione, di non provvedere per il distaccamento dei Vigili del Fuoco è scellerata, indica assoluta indifferenza sui temi della sicurezza e va a cozzare, naturalmente, contro la sollecitudine riscontrata, per esempio, per l’effimero o per la pista ciclabile da portare, addirittura, in altri comuni, con stravolgimento di abitudini e stili di vita consolidati da anni.
Ma se lui stesso dice che l’amministrazione non è tenuta a garantire il servizio ausiliario, che dovrebbe garantire lo Stato, considerato l’elevata concentrazione di abitanti che si riscontra, c’è poco da eccepire
Ma le condizioni di densità abitativa e di traffico elevato che si stanno riscontrando, quest’anno, molto in anticipo rispetto alle stagioni passate, consiglierebbero di mettere mano, più incisivamente alle questioni della sicurezza, non solo per la prevenzione incendi.
Vedremo se la sollecitazione di Firrincieli avrà effetto o, come può essere anche prevedibile, l’amministrazione dirà: “ci stavamo pensando”.

Ultimi Articoli