Dopo i voli ad alta quota per la politica di alto livello a proposito di PRG, si torna a volare basso per il diserbo e la bonifica del territorio comunale

Come già hanno fatto i consiglieri di maggioranza, Caruso, Bennardo e Zagami, si torna a volare basso dopo i lavori impegnativi del PRG.
Il consigliere del Partito Democratico chiede che fine ha fatto l’attuazione del bando che il Comune di Ragusa aveva emanato rivolgendosi alle imprese agricole per il diserbo e la bonifica delle aree e delle strade comunali.
E aggiunge una serie di considerazioni, circa il fatto che il bando era stato emanato dopo sollecitazione della Prefettura, dell’agosto scorso, in funzione di prevenzione degli incendi, sul fatto che non è stata data risposta agli agricoltori interessati che avevano manifestato l’interesse alla pulizia delle strade comunali extraurbane,
sulla emergenza determinata dalla mancanza di manutenzioni, derivate verosimilmente da mancanza di fondi
Come al solito il consigliere Chiavola ci va morbido, con la consueta opposizione al borotalco, appellandosi all’attenzione per una eventuale prevedibile nuova emergenza incendi, e solo segnalando l’esigenza di trattamenti adeguati per gli oltre 130 km di strade extraurbane.

Ma nulla dice a proposito della totale mancanza di decoro determinata, anche in città e nelle immediate periferie dalla totale assenza di interventi, un assessorato, quello all’ambiente e al verde pubblico che appare totalmente immobile, senza reazioni anche di fronte al solito ritornello del “non abbiamo soldi”
Solo che i soldi per l’effimero, per le iniziative presunte culturali, per le associazioni che organizzano balli in costume o per pulire strade che interessano qualche consigliere comunale, si trovano subito, per il resto, dalle bambinopoli, alla manutenzione di strade di ingresso alla città, come il viale delle Americhe, non c’è nessuno intervento.
Ai tempi della vera opposizione, qualcuno del Partito Democratico avrebbe chiesto le dimissioni dell’assessore o, in subordine, una rotazione delle deleghe. Oggi, invece, il mondo è sottosopra.

Ultimi Articoli