Dopo la festa arrivano gli adeguamenti per il lavoro dei consiglieri comunali di Ragusa

Nemmeno il tempo di godere per l’approvazione del piano regolatore e già si è pensato a predisporre la
rideterminazione del gettone di presenza dei consiglieri comunali.

Sarà naturalmente da verificare quanti approveranno l’aumento del gettone, dopo aver criticato gli adeguamenti dei compensi per il sindaco, gli assessori e i Presidenti del Consiglio.

Una apposita proposta di deliberazione per il consiglio comunale è stata predisposta dal dirigente del 1° settore, vista e richiamata la vigente normativa, a seguito della volontà emersa in conferenza dei capigruppo e d esternata con nota del Presidente del Consiglio

Si tratterà, naturalmente, di adeguamenti previsti dalle normative vigenti, così come, a qualcuno, sembrano eccessivi i compensi per gli amministratori, non si vede il motivo dell’adeguamento per i consiglieri il cui lavoro è spesso anonimo, inutile per non dire inesistente per molti dei componenti del civico consesso quasi unicamente dedicato all’asservimento alla parrocchia di appartenenza.

La proposta passerà, formalmente, al vaglio della 1ª Commissione, il prossimo 17 maggio, alle ore 15.30.
Dalla tabella allegata alla convocazione della seduta di commissione, si apprende che il gettone di presenza dei consiglieri passerebbe dall’attuale cifra di circa 30 euro a quella dei tempi beati quando qualche consigliere, fra sedute di consiglio e commissioni varie riusciva a percepire ben oltre i mille euro.
Si legge di una somma di circa 74 euro, verosimilmente al lordo delle trattenute, ma non è specificato nell’allegato.
Con i ritmi blandi ci convocazione attuali, imposti dall’interpretazione delle normative su quelli che devono essere gli argomenti all’Ordine del Giorno delle Commissioni, non ci sarà da arricchirsi, ma come per una delle ultime sedute del Consiglio, durata in tutto dieci minuti, i 74 euro costituiscono una buona ricompensa per il disturbo.

Ultimi Articoli