Erogazione dei buoni spesa, derivanti dai fondi regionali del PO FSE 2014/2020

Il Comune di Ragusa, Settore VII – Servizi alla persona, in relazione alle Misure di sostegno all’emergenza socio-assistenziale da COVID-19 che hanno consentito l’erogazione di buoni spesa coerentemente con le linee operative fissate dalla Regione siciliana, comunica che, preso atto del numero delle richieste ammissibili riguardanti l’avviso pubblico di riferimento (1300 circa), in base ai finanziamenti ricevuti dalla Regione Siciliana (€ 440.238,00), sarà possibile erogare ad ogni beneficiario ammissibile il 75% del contributo individuato.
Ciò avverrà in seguito a valutazione del Servizio Sociale Professionale ed ai criteri fissati nello stesso avviso pubblico.
Il 50% è stato già erogato a quasi tutti i circa 1300 beneficiari ammissibili, mentre il restante 25% sarà erogato entro e non oltre il corrente mese di luglio.

In pratica, in attesa dell’approvazione della legge finanziaria e di stabilità della Regione, non arriveranno altri fondi.
Fa male il Comune a non evidenziare l’incapacità del governo regionale a far fronte all’emergenza e a non mettere in risalto le limitazioni imposte dal bando e le rigide linee operative imposte, trattandosi, in pratica di fondi europei per i quali occorrono procedure e rendicontazioni molto complicate.
Il nostro governo cittadino, sullo sfondo di un atteggiamento di assoluto rispetto istituzionale, non mette in luce che se non ci fossero i fondi europei la Regione potrebbe fare ben poco, come in effetti ha fatto finora, nonostante la mole di provvedimenti economici che, però, difficilmente arrivano alle categorie meno abbienti.
Il Sindaco aveva garantito, per sgombrare il campo dalle voci circolanti, che dal 1° giugno la distribuzione dei buoni spesa sarebbe avvenuta in maniera celere, scopriamo ora, dal comunicato del settore, che ancora dopo 40 giorni, non sono state esitate tutte le 1.300 richieste ammissibili e che l’ulteriore 25% di buoni consentiti dalle disponibilità attuali sarà consegnato nel corso di questo mese.
Nulla ancora si sa sulla erogazione degli altri fondi previsti, peraltro dovrebbero essere congrui, ancora di meno si conosce sui criteri di ammissibilità alle agevolazioni e sui programmi, in merito, dell’amministrazione.

Ultimi Articoli