Firrincieli considera un suo successo l’annunciato aumento dei controlli per la movida sfrenata

L’annuncio in aula, fatto dall’assessore Barone durante la seduta del Consiglio comunale, circa la decisione di un aumento dei controlli per la movida, a seguito delle insistenze del Sindaco Cassì nel corso di una riunione, in Prefettura, del tavolo di coordinamento interforze sull’ordine pubblico, richiesto dal Sindaco stesso, consente al capogruppo 5 Stelle, Sergio Firrincilei, di esprimere la soddisfazione per il seguito che hanno avuto le sue sollecitazioni sulla delicata questione della movida sfrenata e incontrollata a Marina di Ragusa.

Scrive Firrincilei, in una nota: “E’ diventata, ormai, un’abitudine di questa amministrazione comprendere le cose in ritardo. Dobbiamo essere sempre noi dell’opposizione a suggerire che cosa è meglio fare, se è vero, come affermato in aula dall’assessore Barone, che le reiterate istanze del Sindaco Cassì hanno trovato riscontro.”
“Ieri pomeriggio, in Consiglio comunale, infatti – precisa Firrincieli – ci è stato comunicato che l’amministrazione, il sindaco in particolare, aveva incontrato ieri mattina il prefetto di Ragusa da cui sono state ottenute rassicurazioni circa un incremento dei controlli per far sì che i fine settimana nella frazione rivierasca possano svolgersi senza problemi, al contrario, invece, di quanto accaduto in quest’ultimo mese e mezzo.
Evidentemente, la durezza con cui ci siamo espressi in queste giornate, al di là delle uscite poco felici di qualche esponente della maggioranza che ci ha tacciato di fare terrorismo quando, invece, abbiamo soltanto dipinto la gravità di quanto stava accadendo (e, certo, non potevamo mettere la polvere sotto il tappeto), ha sortito gli effetti sperati”.

Nella sua nota, però, il consigliere Firrincieli non tralascia di continuare a fare confusione tra i controlli per la sicurezza sanitaria anticontagio COVID e quelli per la movida, parlando dei suoi ordini del giorno presentati per interventi e iniziative per la sicurezza sanitaria e di utilizzo di guardie di polizia privata le cui funzioni sono vietate in pubblico, come ha sottolineato l’assessore Barone, nel corso del suo intervento in aula.
In pratica, sono state riconosciute le emergenze segnalate per la movida sfrenata e incontrollata, come evidenzia lo stesso Firrincieli si dovrà vedere quali saranno le reali nuove misure da adottare.

Nella sua nota sull’argomento, il Sindaco ha parlato di “un ulteriore incremento del presidio, tanto di uomini, anche in borghese, quanto di mezzi. Non sarà però solo un potenziamento quantitativo”
Nella mattinata di oggi, giovedì 6 agosto, sempre secondo quanto riportato nella nota del sindaco, c’è stata una riunione nel corso della quale la Questura avrebbe dovuto coordinare una rimodulazione di tutto il sistema di pattugliamento al fine di ottimizzare la presenza delle forze disponibili, sistema al quale dovrebbe prendere parte anche la Polizia Municipale.

Ultimi Articoli