Forza Italia dichiara una forte opposizione ai governi di Renzi e di Crocetta

di redazione
Gremitissima conferenza stampa, all’ARS di Palermo. Con il senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore azzurro in Sicilia, il vice coordinatore regionale vicario, sen. Francesco Scoma, il sen. Antonio D’Alì, il capogruppo di Forza Italia all’Ars, on. Marco Falcone

Nel corso di un affollato incontro con la stampa, il coordinatore regionale di Forza Italia, senatore Vincenzo Gibiino, ha riferito ai giornalisti sull’attività politica del movimento, a livello nazionale e regionale, oltre a parlare delle scelleratezze dei governi Renzi e Crocetta.
Queste le dichiarazioni del senatore Gibiino:
“Si rinnova, a Palermo, l’impegno di Forza Italia Sicilia contro il malgoverno di Matteo Renzi e di Rosario Crocetta, di esecutivi che promettono e non mantengono, non riformano, non tutelano ma spremono senza pudore e all’inverosimile i nostri concittadini.
Il movimento azzurro si batte fermamente per il riscatto della nostra Isola da Roma e dai suoi emissari”
“La situazione siciliana è al limite del collasso con i comuni che vanno in default o che tagliano i servizi essenziali alla cittadinanza, tutto questo mentre il governo a maggioranza Pd ha regalato, anche alla Sicilia, una pesantissima Imu agricola che schiaccerà un numero esorbitante di produttori dell’ortofrutta.
Un provvedimento passato anche con il sostegno di NCD e che penalizzerà enormemente un settore già in estrema difficoltà.
Forza Italia non si ferma e non si fermerà contro i soprusi targati Renzi-Crocetta-Pd, facendo propria ogni possibile battaglia che abbia quale obiettivo il salvataggio della nostra economia attraverso un taglio considerevole della pressione fiscale.
Un importante risultato, anche a tutela della nostra terra, l’abbiamo conquistato pochi giorni fa in Senato, ottenendo il divieto di utilizzo della tecnica ‘air gun’ e di altre devastanti tecniche esplosive per la ricerca di idrocarburi in mare. Abbiamo battuto il governo usando il buon senso e abbiamo al tempo stesso salvato il nostro mare, la sua fauna, l’attività dei pescatori, un ecosistema estremamente delicato che per la Sicilia è risorsa primaria”.
“Oggi siamo in tanti e determinati, per dire basta ad una politica che non sa affrontare i nodi che attanagliano la nostra società, a partire dal tema del lavoro” – ha concluso Gibiino –.
Le decisioni dei governi nazionale e regionale in tal senso sono sbagliate e dannose. La nostra terra vanta il drammatico primato della disoccupazione giovanile, qui 6 giovani su 10 non lavorano e con la ricetta Renzi-Crocetta continueranno a non lavorare. Roma spreme la nostra terra con una tassazione ingiustificata, depredandola di risorse che le apparterrebbero.
Il governatore Crocetta al tempo stesso non si impone su Palazzo Chigi, mal gestisce i fondi europei e non riesce a mettere in campo quelle azioni necessarie alla ripresa economica, alla tutela di chi produce”.

Ultimi Articoli