Grande attesa in tutta la provincia per le celebrazioni liturgiche in onore di San Giovanni Battista

C’è grande attesa in provincia per le celebrazioni liturgiche in onore di San Giovanni Battista, Santo Patrono della Città e della Diocesi.
Un culto diffuso e sentito, pervaso solo da fede profonda, scevra da manifestazioni di folklore religioso, il Santo Precursore è onorato con festeggiamenti e celebrazioni liturgiche non solo nel capoluogo, ma anche a Vittoria e a Monterosso Almo che si onorano di averlo come Santo Protettore

A Ragusa, stanno per entrare nel vivo le celebrazioni che, nella Cattedrale di Ragusa, caratterizzeranno la solennità della Natività di San Giovanni Battista.
La parrocchia, nel tempo di quarantena a causa del Covid-19, precisa che i fedeli e, soprattutto, i devoti sentono forte l’affidamento al patrocinio del santo precursore. Ed ecco perché si chiede, a chi ne abbia la volontà, di esporre il drappo del patrono dai balconi “affinché – sottolineano dalla comunità della Cattedrale – Lui ci aiuti, ci protegga e ci liberi da ogni male”.
I drappi ornamentali possono essere ritirati presso la Cattedrale e potranno essere utilizzati per le celebrazioni di giugno e per quelle di agosto.
A proposito delle celebrazioni ormai imminenti legate alla Natività, occorre precisare che oggi e domani, alle 9 ci sarà la santa messa, alle 18,15 la preghiera del Rosario missionario e la litania del Sacro Cuore di Gesù mentre alle 19 è prevista la celebrazione della santa messa.
Venerdì, invece, solennità del Sacro Cuore di Gesù, alle 9 ci sarà la celebrazione della santa messa, dalle 9,30 alle 10,30 l’adorazione eucaristica mentre alle 18,30 si terrà la preghiera del Rosario missionario e la litania del Sacro Cuore. Alle 19, la santa messa sarà caratterizzata dalla formula riparatoria al Sacro Cuore di Gesù. Da domenica, poi, prenderà il via il triduo di preparazione alla solennità della Natività.
Domenica, in particolare, gli orari delle sante messe sono alle 9, alle 10,30, alle 12 e alle 19,30.
Lunedì, invece, dopo la celebrazione della santa messa alle 9 e dopo la preghiera del Rosario alle 18,30, ci sarà la celebrazione della santa messa presieduta da don Giuseppe Iacono.
Tutte le sante messe e gli eventi all’interno della Cattedrale potranno essere seguiti in diretta streaming sul sito ufficiale www.cattedralesangiovanni.it.
Gli eventi della festa, inoltre, possono essere seguiti sulla pagina Facebook “Cattedrale San Giovanni Battista – Ragusa”.
Ai fedeli che saranno presenti, inoltre, viene chiesto di rispettare le norme sul distanziamento sociale finalizzate ad evitare il contagio da coronavirus.

Anche a Monterosso Almo, il suono delle campane a festa ha dato il via ieri pomeriggio al solenne ottavario
legato alle celebrazioni della Natività del Santo Patrono

Ogni anno, nel periodo in cui si celebra la Natività del precursore, sono numerose le iniziative liturgiche che si organizzano sebbene la festa più attesa, sempre dedicata al patrono, è quella in programma a fine agosto, inizio di settembre.
Quest’anno, le celebrazioni saranno contrassegnate dalle restrizioni legate alla pandemia attualmente in corso.
I festeggiamenti, a Monterosso Almo, hanno preso il via ieri con il suono festoso delle campane che hanno squarciato il silenzio della valle, dando l’avvio al solenne Ottavario.
Ogni giorno, quindi, sino al 23 giugno, alle 19, nella chiesa del Battista, ci sarà la recita del Rosario, dei Vespri e della coroncina. Subito dopo, alle 19,30, la santa messa.
Quella di ieri è stata presieduta dal parroco, don Giuseppe Antoci. Lo stesso parroco, subito dopo, ha animato, su Facebook, nella pagina Parrocchia San Giovanni Battista Monterosso Almo, la Lectio divina, basata sul capitolo 18 del libro dell’Apocalisse.
Oggi, invece, la celebrazione eucaristica delle 19,30 sarà presieduta da don Salvatore Vaccaro.
Giovedì 18 giugno, la santa messa sarà presieduta, sempre alle 19,30, da don Graziano Martorana.
Quindi, venerdì 19 giugno, solennità del Sacro Cuore di Gesù, ci sarà, alle 18,30 l’adorazione eucaristica e alle 19,30 la celebrazione eucaristica presieduta da don Giovanni Piccione.
La parrocchia invita tutti i fedeli a rispettare le norme prescritte per il contenimento dell’epidemia Covid-19. All’interno dell’edificio di culto, è precisato ancora, è necessario indossare la mascherina. Viene, altresì, chiesto di arrivare in chiesa almeno cinque minuti prima della celebrazione. Il numero massimo di fedeli accolti in chiesa per ogni celebrazione è di 130.

Ultimi Articoli