Il Coordinamento Provinciale DC Ragusa vuole sensibilizzare sulle opportunità per i Comuni di promuovere il patrimonio culturale e le tradizioni locali della Città

SOSTEGNO AI COMUNI PER INIZIATIVE DI CARATTERE SOCIALE, ECONOMICO E CULTURALE

La Legge di Stabilità Regionale 2024. (L.R. n. 1 del 16 gennaio 2024), all’art. 4, prevede l’erogazione di contributi, per una spesa complessiva di 3 milioni di euro, per iniziative di carattere sociale, economico e culturale, finalizzate al rafforzamento della coesione sociale nei territori di riferimento mediante un contributo destinato ai Comuni che realizzano le suddette attività anche in collaborazione con associazioni, comitati legalmente riconosciuti, fondazioni, nonché altri enti di diritto privato senza scopo di lucro.

Il Decreto dell’Assessore Regionale della Funzione Pubblica e delle Autonomie Locali. ha dettato i criteri e le modalità per beneficiare del suddetto contributo.
I contributi sono destinati alla realizzazione di iniziative per promuovere il patrimonio culturale e le tradizioni locali della Città, come eventi di carattere storico, religioso e di valorizzazione delle tradizioni popolari locali; attività di diffusione e promozione delle tradizioni popolari locali rivolte alle fasce giovanili; iniziative espositive di carattere sociale aperte al pubblico; seminari e convegni sulle tematiche delle tradizioni locali e della dimensione multietnica; attività di comunicazione per la valorizzazione delle eccellenze e tradizioni locali e progetti finalizzati allo sviluppo e alla promozione di politiche giovanili e di rafforzamento della coesione sociale e di rilancio della vita delle comunità locali.

Ricordiamo che già nell’esercizio 2023, per la prima volta e su emendamento dell’on. Abbate, venne approvata, un milione e trecentomila euro, per la realizzazione delle medesime iniziative che hanno rappresentato una importante fonte finanziaria soprattutto per gli enti i cui fondi di bilancio non erano sufficienti a sostenere tali spese seppure importanti ed essenziali per le Comunità e per il conseguente indotto

In considerazione dello spirito della norma, si auspica che le Amministrazioni comunali collaborino con le associazioni, i comitati legalmente riconosciuti, le fondazioni ed enti di diritto privato senza scopo di lucro, per valorizzare l’importante contributo progettuale.

Ultimi Articoli