Il festival del cioccolato non ha attirato gente nemmeno il sabato sera

Non poche polemiche hanno suscitato i giudizi negativi sulla manifestazione dedicata al cioccolato, ancorché, come pare, a costo zero per il Comune.
Delusione perché si è trattato, nonostante l’altisonante nome di ‘Festival del Cioccolato’, di una serie di bancarelle che vendevano dolci di cioccolato artigianale, a molti è sembrata un tentativo di replica delle kermesse modicane, per altri una maniera per vivacizzare un Carnevale che, a Ragusa, non ha tradizione.
In definitiva una organizzazione che raccoglie alcuni espositori, li mette insieme e si cura di ottenere le autorizzazioni nella piazza principale della città.
Dalle foto scattate alle ore 20 di sabato 22 febbraio, si può rilevare come nemmeno nella serata prefestiva c’è stato un grande afflusso di pubblico, né più né meno dei soliti frequentatori del centro storico, del resto c’erano appuntamenti di grande richiamo a Chiaramonte Gulfi e nella vicina Palazzolo Acreide.
A questo punto sono da rivedere scelte che, forse, sono influenzate dal fatto che, per il Comune sono a costo zero, ma serve anche valutare il livello degli eventi e le capacità organizzative, perché il flop di una manifestazione provoca un ulteriore danno di immagine al centro storico, diffondendo l’idea che gli appuntamenti falliscono perché nessuno vuole venire in centro.
Servono investimenti, servono organizzatori nuovi, nomi nuovi per le attrazioni, per un rilancio della città che non può avvenire se non si mette mano al portafoglio, per gli spettacoli, per il turismo, per gli eventi che debbono essere di livello.

Ultimi Articoli