Il Ragusa Calcio si avvicina alla matematica salvezza, successo di misura, ma convincente, con Locri

Una squadra che vince, convince e dimostra tutta la propria determinazione. Anche quando un match diventa difficile da gestire come stava accadendo ieri nella partita casalinga con il Locri.
E non perché le occasioni fossero mancate agli azzurri, quanto perché, dopo avere provato e riprovato, senza che il risultato cambiasse, sbloccarla stava diventando complicata.
Cci ha pensato, invece, Alessio Cardinale, con una zampata delle sue, a correggere in rete il suggerimento di Oddo. Un tocco sotto che ha messo fuori causa il pur bravo portiere avversario. Il gol è arrivato alla mezz’ora del secondo tempo, dopo che, tra l’altro, il Ragusa si era visto annullare una rete di Romano per presunta posizione di fuorigioco, consentendo, di fatto, di archiviare la conquista dell’intera posta in palio.
Nove punti in quattro gare per la formazione azzurra che, adesso, ha arpionato il settimo posto in classifica, superando il Licata, e chiudendo virtualmente, di fatto, il raggiungimento dell’agognata salvezza, con dodici turni di anticipo rispetto alla conclusione della stagione regolare.
È chiaro – afferma l’allenatore Giovanni Ignoffo – manca qualche altro punto, ma sono certo che riusciremo a conquistarlo il prima possibile. Devo fare i complimenti al gruppo perché la partita di ieri non è stata semplice. A maggior ragione per un certo nervosismo che aleggiava in seno al gruppo dopo la sconfitta rimediata nel turno infrasettimanale fuori casa con il Canicattì.
Al di là di tutto, però, l’impatto al match è stato molto buono, abbiamo subito creato numerose palle goal, ma non siamo riusciti a capitalizzare nonostante la grande mole di lavoro prodotta.
Non ci siamo disuniti, comunque, e abbiamo cercato di determinare altre occasioni, sino a quando, non considerando quella di Romano, non siamo arrivati al momento clou con la rete di Cardinale.
Sono contento perché il nostro lavoro continua a produrre effetti positivi. L’impegno di tutto il gruppo è più che evidente e i risultati lo testimoniano. Stiamo cercando di portare avanti il nostro percorso per raggiungere posizioni ancora più importanti.
Naturalmente, ci impegneremo allo spasimo sino alla conclusione per far sì che questo percorso possa essere il più possibile produttivo”. A
desso, ci saranno due settimane prima della prossima gara (domenica prossima, infatti, il campionato osserva un turno di riposo in concomitanza con il torneo di Viareggio) che vedrà gli azzurri scendere in campo a San Cataldo.

Ultimi Articoli