Il Ragusa Calcio si impone nel primo turno di Coppa, mentre continua a rafforzare la squadra

Non è finito il processo di composizione della rosa del Ragusa Calcio 1949. Si continua nel programma di rafforzamento voluto dalla nuova dirigenza per una prsenza dignitosa e di vertice nel prossimo campionato di Eccellenza.
Raggiunto l’accordo con il 2002 Samuele Distefano, terzino proveniente dal Santa Croce ma ragusano purosangue. Un atleta che vuole migliorare ancora di più la propria esperienza nel campionato di Eccellenza e avrà la possibilità di farlo con la maglia della sua città

C’è poi un grande ritorno, la società azzurra, per la stagione 2020-2021, si è assicurata le prestazioni dell’esterno d’attacco Morris Abubaka Passewe, classe 1998, giocatore dalle importanti caratteristiche, che il pubblico ibleo ben conosce in quanto ha contribuito, due stagioni or sono, ad assicurare la conquista del campionato di Promozione oltre che della Coppa Italia di categoria.
Passewe, durante la scorsa stagione, è stato tra gli elementi chiave per il successo del Paternò in Eccellenza. E, adesso, torna in maglia azzurra perché convinto di potere contribuire a fare disputare alla squadra ragusana un torneo di discreto spessore.

Ultimo tassello, l’ingaggio del portiere Samuele Florio, classe 2001, che potrà essere schierato da under, la scorsa stagione con l’Andria in Serie D, per poi concludere la stessa a Mascalucia con il San Pio X. E’ un atleta di cui si dice un gran bene, con interessanti caratteristiche, cresciuto nelle giovanili di Catania e Siracusa

L’amministratore delegato Vincenzo Appiano si dichiara soddisfatto della campagna acquisti e aspetta di vedere i primi risultati del lavoro portato avanti da tecnici e dirigenti, certo comunque di poter essere gratificato, già, dal grande entusiasmo che si registra attorno alla squadra e al progetto generale.
Progetto generale che vede anche inaspettate forme di collaborazione con il Marina di Ragusa a proposito di alcuni ragazzi che saranno messi a disposizione della squadra di Raciti, uno spirito di intesa che lascia presagire positivi sviluppi per un rilancio del calcio nella nostra città.

Intanto, il Ragusa Calcio si è imposto nel primo impegno di Coppa, sul campo del Santa Croce.
“E’ stata la nostra prima partita ufficiale. Senza giocare neppure un’amichevole. L’abbiamo affrontata con le aspettative di un’amichevole e posso dire che le cose positive sono state di più di quelle negative. E’ chiaro che c’è parecchio da lavorare. Ma questo Ragusa mi è piaciuto”
E’ il commento dell’allenatore Filippo Raciti al termine della gara di andata del primo turno di Coppa che gli azzurri hanno sostenuto al Kennedy di Santa Croce Camerina. Il Ragusa si è imposto con il risultato di 2-0 grazie alle reti segnate nel primo tempo da Andolina e da Porto.
“Abbiamo messo in opera quello che avevamo provato per quanto riguarda l’aspetto tattico; per quanto concerne il piano atletico non avevo dubbi tranne che per il ritmo partita che si acquisisce con il tempo. In ogni caso, i sei undicesimi della squadra hanno retto per tutti e novanta i minuti.”

Il presidente Giacomo Puma dice la sua: “Non era facile ripartire dopo questa lunga fase di fermo. Eppure, i ragazzi si sono fatti trovare pronti. Comunque, ci saranno presto altre novità perché la squadra ha bisogno, per quanto riguarda l’organico, di essere rafforzata in alcuni settori. E stiamo provvedendo. A breve faremo degli annunci”.
Il match di ritorno del primo turno di Coppa Italia è in programma domenica 13 settembre allo stadio Aldo Campo di contrada Selvaggio.

Ultimi Articoli