Il Ragusano DOP fra le derrate alimentari destinate agli aiuti umanitari

Dopo la formalizzazione e la ufficializzazione dei riconoscimenti istituzionali un altro significativo risultato è stato conseguito dal Consorzio per la Tutela del formaggio Ragusano DOP.
L’ azione, costante e particolarmente efficace, del Consorzio, infatti, si è rivelata utile e certamente determinante per la inclusione, per la prima volta nella sua storia, del RagusanoDop fra i formaggi con denominazione di origine protetta, oggetto del Bando-appalto indetto dall’Agea (Agenzia per le Erogazioni in agricoltura ) per la fornitura di derrate alimentare da destinare agli indigenti del nostro paese.
Il tutto in attuazione dell’art. 58 del D.L. 83/12 convertito nella legge n.134/12 e del decreto interministeriale n. 18/20 (comma 2 dell’art.78).
Il bando rientra nel programma annuale del 2020 per la distribuzione delle derrate alimentari alle persone indigenti .
La parte del bando che interessa il nostro formaggio è il quinto lotto per il quale è previsto un importo di euro 1.082.300,00 (escluso IVA) di cui il 25% destinato al “pecorino Siciliano dop “ ed il 75% al “ragusano dop”.

“Per noi è una occasione di grande importanza – ha dichiarato il presidente del Consorzio Giuseppe Occhipinti – che ci permette di entrare con le nostre produzioni alla pari di tanti altri formaggi con denominazione di origine protetta nel circuito degli aiuti umanitari. È in ogni caso una operazione che ci dà nuove prospettive e ci incoraggia ad aumentare le produzioni nell’interesse della filiera”

“L’inclusione nella lista delle derrate e dei formaggi DOP da destinare agli indigenti è stato un risultato fortemente voluto dal nostro consorzio – ha sottolineato il direttore Enzo Cavallo – che oltre al suo valore economico, offre nuove opportunità alla filiera ed ai produttori con possibilità di sviluppo nell’interesse del territorio ibleo con particolare riferimento al comprensorio di produzione del RagusanoDop “

Ultimi Articoli