Il Sindaco Cassì estremamente attivo per la sanificazione del territorio comunale e per il controllo delle misure di prevenzione

Da più parti, risulta unanime la convinzione che sono questi i giorni cruciali della emergenza COVID 19, ne sono convinti autorità e studiosi che raccomandano di non allentare la guardia per non vanificare gli sforzi finora compiuti per evitare il dilagare del contagio.
Il Sindaco Cassì segue, personalmente, da vicino, l’evolversi dell’emergenza e coordina tutte le azioni che il Comune di Ragusa, nella completezza della sua amministrazione, sta mettendo in atto con una macchina complessa ma efficiente in ogni suo settore.

In atto, sul territorio comunale, un intervento di sanificazione, che proseguirà per tutto il mese di aprile e sarà comunicato giornalmente per le aree interessate.
Come è stato precisato, le operazioni avverranno nelle ore diurne, dalle 6 alle ore 14 e non saranno nocive né per la popolazione, né per gli animali domestici, in quanto interesseranno il suolo di tutte le aree pubbliche come ad esempio marciapiedi e piazze.
L’intervento ha avuto inizio da Marina di Ragusa, dove proseguirà fino a domani, 9 aprile.

Non minore attenzione è rivolta ai controlli, unitamente alle autorità preposte, per il rispetto delle misure di prevenzione antiassembramento
“Da più parti – ha dichiara il sindaco Peppe Cassì – ricevo segnalazioni di famiglie allargate e comitive di amici pronte ad assembrarsi per Pasqua e Pasquetta, in case al mare o in campagna, da raggiungere IN PIENA NOTTE, così da provare a sfuggire ai controlli.
Davvero è questo- afferma il primo cittadino – il rispetto verso tutti quei medici e quegli infermieri che vorrebbero trascorrere le Feste a casa ma non possono farlo? Davvero è questo il rispetto verso tutte le Forze dell’Ordine costrette a non fermarsi un istante per evitare che i “furbi” si contagino o contagino qualcun altro? Verso la Protezione Civile, le Associazioni e i volontari che da giorni si adoperano per assistere chi ha bisogno?
Zero attenuanti per chi dimostrerà tanta incoscienza: nella video conferenza di oggi con Prefetto, Questore, Comandanti Provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Stradale, e con i Sindaci e i Comandanti della Polizia Municipale di tutta la provincia, si è discusso su come intervenire per scovare e sanzionare chi sgarra. Chiederemo anche un controllo con elicottero della Protezione Civile.
Ancora una volta voglio allora ringraziare la stragrande parte dei ragusani, che con fermezza esemplare sta rispettando scrupolosamente le regole. Un impegno prezioso che permetterà a tutti noi di ritrovarci con amici e parenti il prima possibile e senza rischi”.

E’ veramente allucinante dover leggere che le autorità debbano essere impegnate, addirittura con dispiego di mezzi e risorse non indifferenti, per prevenire le azioni scellerate di alcuni cittadini, si spera in numero esiguo, che possono anteporre mpanate e scampagnata di pasquetta all’ordine costituito e alla sicurezza sanitaria di tutto un territorio.

In tal senso si è pronunciata anche la consigliera comunale Maria Malfa che, rivolgendosi al primo cittadino, ha richiesto controlli più severi, soprattutto sulla fascia costiera, nell’approssimarsi del week end pasquale.
“Ho tenuto a contattare il sindaco Cassì in queste ultime ore per esprimere, a nome mio personale, un ringraziamento per l’attività di controllo fin qui svolta sul territorio comunale, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in corso, ma anche per sollecitarlo a non abbassare la guardia, soprattutto in vista delle festività pasquali quando, in prossimità delle località costiere, si rischia l’assembramento di nuclei familiari che, in questo momento, è assolutamente da evitare”.

Ultimi Articoli