La Regione acquisterà la casa natale di Quasimodo, accolto l’appello immediato dell’on.le Dipasquale

Un milione di euro per l’acquisto e la valorizzazione della casa natale di Salvatore Quasimodo, a Modica.
Lo ha deciso il governo Musumeci, su proposta dell’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà. Con la delibera della Giunta regionale si dà mandato ai dipartimenti dei Beni culturali e Tecnico di avviare le conseguenti procedure previste dalla legge.
La casa del letterato è sottoposta a vincolo culturale e dunque, in caso di eventuale compravendita, è previsto che la Regione possa esercitare il diritto di prelazione.
Nei giorni scorsi, alla notizia della messa in vendita dell’immobile, la Regione si era già attivata, incaricando la soprintendenza dei Beni culturali di Ragusa di effettuare un primo sopralluogo tecnico.

«Acquisire al patrimonio regionale la casa del Nobel modicano – commenta il presidente Musumeci – è un dovere morale prima che una necessità. Inseriremo l’immobile nel circuito delle case-museo dell’Isola, che abbiamo istituito da alcuni mesi, per diventare poli di attrazione del turismo culturale».

«Il governo regionale – aggiunge l’assessore Samonà – con questa delibera destina una somma importante che servirà non soltanto a scongiurare che questo luogo-simbolo si perda, ma anche e soprattutto, a garantirne la futura fruizione secondo standard museali adeguati».

Legittima soddisfazione per l’on.le Nello Dipasquale, deputato regionale del Partito Democratico che vede accolto l’appello immediato che aveva lanciato, unico rappresentante politico della deputazione del territorio, anche a nome del partito.

“Apprendo da una nota stampa di stamattina che la Giunta regionale ha deliberato l’avvio delle procedure necessarie e previste dalla legge per l’acquisto e la valorizzazione della casa natale di Salvatore Quasimodo, a Modica, stanziando un milione di euro.
Sono molto contento perché il Governo regionale ha raccolto l’allarme di un territorio, rilanciato dal Partito Democratico in Commissione Bilancio, per una vicenda che rischiava di far perdere alla collettività un patrimonio importantissimo.
Bene anche la decisione di inserire l’immobile nel circuito delle case-museo della Sicilia, ma si faccia attenzione a non mortificare il ruolo dell’associazione Proserpina che da sempre si è occupata della casa natale del Premio Nobel per la Letteratura, gestendola e rendendola sempre di più uno dei luoghi simbolo della città di Modica”.
Questo il commento dell’on. Nello Dipasquale sulle decisioni e sulle scelte della Giunta regionale di acquistare la casa natale di Salvatore Quasimodo.

Ultimi Articoli