Lo spazio di Giovi, poesie ed esternazioni di Giovanni Gulino (IV – 24 – 17 maggio)

Oggi 17 maggio, lo spazio di Giovanni Gulino con INSIEME A TE, I Ragazzi del Piave, ANIMA, ATTESA, INTESSO SOGNI, CUORE ASSETATO D’AMORE

 

INSIEME A TE

Insieme a te odo il sibilo del vento
nel dolce april di primavera che sa d’inverno,
insieme a te, l’amore sembra aver sapor d’eternità.
È tutto il giorno il tintinnio
della pioggia, ancor permane,
un grigio velo nel cielo con nuvole sparse
impedisce al sol di sorgere,
per il nuovo giorno.
Nel mio cuore fa ritorno la malinconia,
asprezza d’animo che se ne va,
con tuo tocco di tenerezza, capisco cosa vuol dire
amar davvero ed aspiro all’amore vero,
sigillo d’un sentimento, promesso dall’uomo.
Ed ecco ch’io insieme a te
di questo puro e sacro
sentimento ci facciamo dono.

I Ragazzi del Piave

Sono socio onorario dell’associazione I ragazzi del Piave,
persone con disabilità, che hanno capito
che del mondo la felicità è la chiave.
Hanno realizzato il loro calendario
con le mie poesie, così ho avuto modo
di farmi conoscere, e insieme a loro
la bellezza dei miei componimenti scorgere.
Ragazzi il cui vissuto è diverso dal mio,
vivendo loro in una grande città: San Donà,
pur lontani ricchezza d’animo
la loro conoscenza mi porterà.
Ogni giorno affrontando le difficoltà
penso a loro e alla vita di chi è affetto da minorità,
affinchè ognuno di noi non perda mai
occasione di cogliere ogni istante
di bellezza che la vita ci dà.
Di petali d’amore è costruita
l’esistenza, vivere in carrozzina
elargendo amore, per donarlo agli altri
ci fa attenuare, le difficoltà di non poter realizzare
facilmente ciò che desideriamo.
Cercando di convincerci che presto o tardi
la vita ci stupirà, cambierà sicuramente
la nostra visione del mondo e della realtà.

ANIMA

Anima, soffre in silenzio
s’appaga di sane relazioni,
placa il turbinio malinconico
di pensieri, alla ricerca d’un sorso di quiete.
Anima, vede coi suoi occhi
ciò che vuol vedere, cercando
di far pace col passato.
Anima, rinascerà a nuova vita
ha ancora molto da goder nel suo cammino,
in sintonia perfetta con corpo mente
e cuore, arginerà l’oblio del dolore.

ATTESA

Da anni convivo con un disturbo dell’umore,
legato all’impossibilità di camminare,
in passato s’acuiva con pianto
e disperazione ai problemi della vita,
mi sembrava non ci fosse soluzione.
Oggi, con la maturità considero i problemi
grandi opportunità, di riflessione
ho accantonato da tempo l’idea,
che di questo disturbo son servo.
Di giorno in giorno,
dentro me, cresce l’attesa
d’un’assoluta ripresa, con cambio
d’atteggiamento mentale.
Ho ancora molto agli altri
da donare, mutando la mia mentalità
ed il mio temperamento estroverso,
m’aiuterà a dirigere il timone della barca.
Ogni battaglia mette l’uomo
in connessione coi meandri dell’anima,
alla ricerca d’un barlume di luce
col progresso interiore, verso la via
di guarigione lo conduce.

INTESSO SOGNI

Intesso sogni in una notte tranquilla,
tutto ha sapor di meraviglia,
nella tribolazione la mia fede vacilla.
Intesso sogni, d’una vita vissuta
la mia anima rimane muta,
ad aspettar che qualcosa di bello
mi colga di sorpresa.
L’anima mia non s’è mai arresa
di contemplare il bello
e l’amore, nella tristezza
par tetro giardino senza un fiore.
Intesso sogni colmando
il mare magnum di sogni infranti,
d’un’anima che anela speranza di serenità.
Fin quando non sarò
accanto a lume d’una candela,
attenderò ansimante lo sbocciar
d’una nuova primavera.

CUORE ASSETATO D’AMORE

Al volger della sera
il mio cuore, assetato d’amore
consola la mia anima
che obsoleta e triste
per il mondo vaga.
Assetato d’amore palpita,
ammira un crepuscolo di stelle
che danzano come favelle.
Nel concavo cielo
disperdo i miei occhi
al mio sguardo, tutt’è
minuziosamente perfetto.
Non è mai tardi per colmare
i vuoti dell’esistenza, sono un povero
mendicante d’amore.
All’improvviso m’appari
in sogno, tutte le notti che non dormo
e, ad occhi aperti seppur lontana
mi cibo di te.
Cibo, che mi mantiene in vita
il tuo pensiero, così mi disseto
e sazio il mio cuore è quieto.

Ultimi Articoli