Lorefice (M5S)”In arrivo 150 milioni di euro agli enti locali per centri estivi e servizi per infanzia e adolescenza”

“Ripartiti 150 milioni di euro ai Comuni per la promozione dell’infanzia e dell’adolescenza con l’obiettivo di sostenere e realizzare ulteriori misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.”
Lo annuncia la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (m5s), che spiega il dettaglio del riparto di tali finanziamenti previsti nel Decreto Rilancio:

“Le risorse saranno destinate direttamente ai Comuni e saranno così suddivise:

135 milioni di euro saranno destinati a interventi di potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020;

15 milioni di euro verranno utilizzati per finanziare progetti volti a contrastare la povertà educativa e implementare le opportunità culturali e educative dei minori.

Le attività e gli interventi relativi al primo filone – prosegue- saranno attuati dai singoli Comuni, anche in collaborazione con enti pubblici e con enti privati, con particolare riguardo a servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia paritarie, a scuole paritarie di ogni ordine e grado, a enti del terzo settore, a imprese sociali e a enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica.

I 15 milioni del secondo filone verranno trasferiti in un momento successivo ai Comuni, tramite avviso pubblico che è in fase di definizione.

Siamo al lavoro affinché queste somme arrivino nel più breve tempo possibile agli enti locali, così da garantire ai nostri bambini e ragazzi, dopo un lungo periodo di isolamento sociale, la possibilità di svolgere attività ricreative ed educative nei mesi estivi.
Proprio oggi, la Ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, firmerà l’erogazione delle somme relative agli interventi per i centri estivi spettanti ai singoli Comuni”. Conclude Lorefice.

Ultimi Articoli