Modica: i gruppi di opposizione del PD e di Modica 2038 esultano per inefficacia delle autorizzazioni comunali per l’impianto di biogas di contrada Zimmardo-Bellamagna

“schiaffo al sindaco Abbate e alla sua uggiosa maggioranza”

La soprintendenza di Ragusa, con una nota inviata all’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e ai Sindaci di Modica e Pozzallo, ha evidenziato che l’area di Zimmardo-Bellamagna, per le sue peculiarità e per la presenza di siti di interesse archeologico, è di grande valenza paesaggistica e merita di essere integralmente tutelata. Il Soprintendente conclude sottolineando che, relativamente all’impianto di Biometano, non essendo stato sottoposto alla preventiva valutazione della Soprintendenza, ogni autorizzazione eventualmente rilasciata deve ritenersi INEFFICACE.
È la conferma di quanto affermato e gridato a gran voce in questi mesi dai gruppi consiliari del PD e di Modica 2038, che da soli hanno condotto la battaglia in consiglio comunale per la salvaguardia del territorio di ZimmardoBellamagna.
Di contro, è stata SCONFESSATA la politica MIOPE del Sindaco, che ha autorizzato un’opera capace di compromettere beni di rilievo costituzionale di due comunità (Modica e Pozzallo), senza coinvolgere il consiglio e la cittadinanza.
È stata mortificata la sua ABULICA maggioranza, che è rimasta SORDA alle richieste di dialogo e di confronto all’interno del consiglio, votando contro ogni proposta e iniziativa, di cui l’ultima pochi giorni fa, miranti a salvaguardare quell’area di grande pregio.
È stata, infine, deplorata la TRACOTANZA di ABBATE e dei suoi capigruppo della maggioranza INSENSIBILI alle richieste provenienti dai cittadini e dalle istituzioni della città di Pozzallo, che si sono battuti per tutelare la Salute della comunità minacciata da quel tipo di impianto.

I consiglieri Comunali PD e Modica 2038
Ivana Castello
Giovanni Spadaro
Filippo Agosta
Salvatore Poidomani

Ultimi Articoli