Personale della Regione siciliana, on. Dipasquale (PD): “Ricominciano gli slogan di Musumeci per coprire le proprie responsabilità”

“Musumeci, come un disco rotto, torna a ripetere sempre gli stessi slogan ad effetto per coprire le proprie inefficienze puntando il dito altrove, distraendo l’attenzione dei cittadini siciliani dalle proprie colpe: questa volta è nuovamente il turno di prendersela con dipendenti regionali”.

Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e segretario del Consiglio di Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, commentando quanto detto oggi dal presidente della regione Musumeci prendendo parte all’evento on line “Innovation Days” del Sole24Ore durante il quale ha dichiarato che “il 70% dei dipendenti regionali è inutile”.

“Dopo quasi tre anni di inefficienza – continua il parlamentare dem – dopo non essere riuscito a varare una riforma della Pubblica Amministrazione, dopo non aver fatto nulla per la sburocratizzazione della Regione, dimostrando di non saper usare come si deve il personale, Musumeci cerca di incolpare qualcun altro.
Lo ha già fatto in passato con il personale, poi se l’è presa con i parlamentari, poi con gli immigrati, poi con l’istituto del voto segreto in Parlamento, ora, alla vigilia della prossima campagna elettorale, ci riprova con il personale. Senza venire mai in aula, ma sempre altrove, dove non c’è contraddittorio. Davvero crede che funzionerà?”.

“Scaricare su altri le responsabilità amministrative che sono direttamente riconducibili al presidente della Regione – conclude Dipasquale – è una menzogna che Musumeci propina consapevolmente ai siciliani che sanno, invece, che il presidente avrebbe dovuto riformare la macchina amministrativa della Regione, fare i concorsi, riformare i servizi, riqualificare il personale. Di tutto ciò il nulla”.

Ultimi Articoli