Quale sarà la sorte dell’aeroporto di Comiso ? Chi lo gestisce dovrebbe dire la sua

Opinioni assai contrastanti sulle misure a favore o a sfavore dell’aeroporto di Comiso, ci si aspetterebbe, per sgombrare il campo dai pareri politici opposti che il sindaco di Comiso e chi gestisce l’aeroporto dicessero la loro, se le somme erogate sono sufficienti e per fare che cosa.
Per uscire dai commenti politici che non sono univoci: per l’on.le Dipasquale erano previste somme per l’ampliamento delle tratte, già dalla scorsa legislatura, erogazioni dimezzate e annullata l’annualità precedente.

Il coordinatore provinciale ibleo di Diventerà Bellissima, lo stesso partito del Presidente Musumeci, parla di grande conquista per le somme necessarie alla ricapitalizzazione nella SOACO da parte del Comune di Comiso, eper quelle che permetteranno interventi strutturali sull’aerostazione , per la SOACO

IL segretario cittadino del PD, Gigi Bellassai, e tutta la segreteria, considerano parzialmente positivo il finanziamento approvato,
“Se da un lato accogliamo con favore la corresponsione di circa 2,8 M.E. per garantire la quota di ricapitalizzazione necessaria al Comune di Comiso per mantenere il proprio 35% delle quote di SOACO, sostegno – richiesto a gran voce da tutte le forze politiche – indispensabile per non distruggere la tenuta finanziaria dell’ente locale, già fortemente in difficoltà ed evitare che la città protagonista della realizzazione dell’aeroscalo riducesse ad appena al 5% la propria partecipazione azionaria nella società di gestione. per contro, denunciamo la sottrazione di risorse promesse e non inserite in finanziaria.”
Aggiungono dal PD id Comiso: “Il sostegno alle rotte, infatti, è stato ridotto da 3,5 ME ad appena 1 ME, facendo perdere all’aeroporto di Comiso quasi due milioni di euro e nuove opportunità di essere competitivo sul mercato. Il piano industriale di SOACO, noto agli amministratori comisani e alla Giunta Regionale, prevedeva infatti 3,5 ME per nuove rotte cofinanziate dalla Regione, purtroppo oltre la metà di tale importo è scomparso, cancellato, come l’ulteriore milione di euro originariamente previsto (su proposta del parlamentare Nello Dipasquale) per la realizzazione del CARGO.
Ecco, dunque, che il risultato non può che lasciarci insoddisfatti, e ci sembrano eccessive le entusiastiche dichiarazioni per finanziamenti che questo territorio e la sua infrastruttura meritavano, perché bisogna ricordare che la Regione Siciliana ha operato con due pesi e due misure finanziando le rotte dell’Aeroporto di Trapani Birgi con oltre 7 ME (4,8 ME solo nel 2019). Sarebbe opportuno che chi oggi esulta, spiegasse all’opinione pubblica iblea come può essere giustificata questa scelta imparziale da parte delle istituzioni regionali.”

Ultimi Articoli