Quasi in sordina, l’annuncio dell’inaugurazione del Museo del Costume

Uno scarno comunicato stampa, affidato alla voce dell’assessore alla cultura Arezzo, informa della prossima apertura del Museo del Costume, come si legge, nei bassI del Castello di Donnafugata.

Ancora una volta, si ha la riprova che, in quanto a comunicazione, a Palazzo dell’Aquila non ci sanno fare, oppure è lecito pensare, considerando che non si sono esposti né il Sindaco, né il manager culturale, l’architetto Iacono, padre e nume tutelare della collezione di abiti d’epoca e del costituendo Museo del Costume, che i protagonisti di tutto quanto gira attorno a questo Museo e alla relativa collezione, si siano resi conto che, dopo gli scandalosi ritardi, non c’è nulla da festeggiare, da enfatizzare ed è meglio tenere un profilo basso.
Si spera, almeno, che il qualificato e appassionato staff dell’architetto Iacono riesca a confermare le spiccate innegabili doti professionali, mettendo in esposizione una rassegna di abiti d’epoca della collezione qualitativamente di alto livello, in maniera tale da lenire la delusione che ha pervaso molti cittadini per la lunga, estenuante e inspiegabile attesa.
L’assessore alla Cultura, che si ritrova per le mani questo grosso appuntamento, una iniziativa non certo prodotto del suo mandato, afferma: “Procedono i lavori di allestimento museologico e finitura del Mu.de.co., per il quale possiamo ormai indicare la data del 15 ottobre come apertura.
L’inaugurazione avverrà nel rispetto delle precauzioni anticovid e nei prossimi giorni comunicheremo orari e informazioni di visita al Museo”.
Siamo tutti in grande attesa.

Ultimi Articoli