Quinto successo consecutivo della Virtus Ragusa contro il fanalino di coda Fortitudo Messina

Nell’ordine normale delle cose, ordinaria amministrazione doveva essere e, sostanzialmente così è stato, nonostante la precauzione di fondo che si avvertiva nei comunicati della società.
Una squadra che mira in alto non può avere nessun timore di affrontare fanalini di coda, soprattutto dopo aver affrontato, a testa alta, i vertici della classifica.
La Virtus vince 67-88, determinanti come avviene di solito, le prestazioni di Brown, 25 punti, di Cioppa, di Simon, di Gaetano, tutti in doppia cifra.
16-20 il risultato alla prima sirena, nella seconda frazione la Virtus segna le giuste distanze dagli avversari e riesce a chiudere con 14 punti di vantaggio, 34-48.
La squadra di casa non si arrende e riesce ad avvicinarsi a -8, ma è solo un lampo, i ragusani ristabiliscono le distanze e al 30’ chiudono sul 55.68. Gioco facile nell’ultima frazione che la Virtus chiude con 21 punti di vantaggio, 67-88.
Nonostante il risultato, il coach Recupido asserisce che la squadra non ha giocato la sua pallacanestro migliore, ha visto mancanza di fluidità, con un buon gioco in difesa a tratti, lasciandosi tradire dal nervosismo, cosa quanto mai inopportuna con avversari di inferiore livello.

Fortitudo Messina-Virtus Ragusa 67-88 – Parziali: 16-20; 34-48; 55-68.

Fortitudo Messina: Mento, Marinelli 7, Scozzaro 5, Di Mauro, Cavalieri S. 8, Caporossi, Nnabuife 12, Giannullo, Uzun 3, Catania, Kader Mama 13, Tagliano 18. All.: Cavalieri C.

Virtus Ragusa: Brown 25, Piscetta, Epifani 5, Cioppa 13, Simon 11, Vavoli 7, Sorrentino 8, Gaetano 10, Mirabella, Calvi 9. All.: Recupido

Arbitri: Loccisano di Cosenza e Mameli di Augusta

Note. Usciti per cinque falli: Sorrentino (V). Espulso Epifani (V) al 38’

Ultimi Articoli