Si replica il progetto “Sto a Ragusa”- Sostegno all’insediamento di imprese nel centro storico di Ragusa

L’Amministrazione comunale, su proposta dell’assessorato allo sviluppo economico, ha deciso di finanziare il nuovo bando “STO A RAGUSA 2020”. Previsti due tipologie di benefici: il primo di €. 8.000,00 per l’insediamento di nuove attività nel Centro storico ed il secondo di €. 500,00 per i proprietari degli immobili che offrono in locazione i loro locali.
Pubblicato l’avviso Annualità 2020, termine presentazione istanze dal 23 ottobre al 21 novembre 2020, sul sito istituzionale del Comune sono stati pubblicati e sono scaricabili i due distinti avvisi per le tipologie di benefici previsti.

Per la prima fattispecie il Comune di Ragusa, nell’ambito del progetto di riqualificazione del Centro Storico e del tessuto urbano e commerciale ad esso relativo, intende incentivare l’apertura a Ragusa di attività commerciali, artigianali, imprese culturali e di somministrazione alimenti e bevande, ha previsto un contributo sia a nuove imprese, individuali o societarie, che si costituiranno in forma d’impresa per realizzare un’idea imprenditoriale anche attraverso associazioni e/o consorzi/cooperative, sia a imprese già esistenti che intendono sviluppare il proprio business.
L’intervento consiste in un sostegno economico, a fondo perduto, nella misura massima per singolo progetto imprenditoriale del 60% delle spese sostenute, a fronte di un budget minimo di progetto di euro 15.000,00 e con un tetto massimo di euro 8.000,00.
L’incentivo riguarda tutte le attività che verranno avviate nel quadrilatero da Piazza Popolo, Viale Ten. Lena, Viale del Fante, via Palermo, via SS. Salvatore, via M. Leggio, via Ecce Homo, via S. Vito, via Pennavaria, Piazza Cappuccini e via L. Da Vinci.

Per quanto concerne invece l’erogazione di contributi per la concessione in locazione da parte di proprietari di immobili per finalità commerciali e artigiane e pubblici esercizi da ubicarsi nel Centro Storico di Ragusa Superiore, il contributo economico “una tantum”, nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, a sostegno di contratti di locazione concordata, è previsto nella misura di euro 500,00
Le domande per richiedere tale beneficio vanno presentate dal 23 ottobre al 21 novembre 2020.

Nel richiamare le linee guida del progetto e le finalità ispiratrici, l’assessore Licitra ha ribadito che l’intervento di “Sto a Ragusa” vuole migliorare l’accoglienza e l’attrattività dell’offerta commerciale nel centro storico di Ragusa superiore, essendo un’azione che può favorire l’insediamento di attività di impresa commerciali e artigianali, contribuendo attraverso le due misure complementari, a ridurre il problema dei locali commerciali sfitti che danno la sensazione di abbandono e di isolamento per le persone e per le imprese che insistono a mantenere la loro permanenza nella parte antica della città.

L’edizione 2019 di “Sto a Ragusa”, che aveva come area target la zona da Piazza del Popolo a Piazza Giovanna Schininà, ha prodotto l’insediamento di 5 attività.
L’assessore, anche a nome dell’amministrazione, si augura che “l’edizione 2020, pur nella situazione di difficoltà che l’emergenza sanitaria sta producendo, raddoppiata nello stanziamento economico ad essa destinata, possa rappresentare un vero sostegno, producendo un numero almeno doppio di insediamenti produttivi che possano far crescere le imprese, farne nascere di nuove e determinare sviluppo economico in termini di PIL, valore aggiunto, reddito pro capite e familiare, consumi, occupazione.

Riguardo all’edizione 2019, l’assessore ha parlato genericamente di 5 attività, sarebbe stato opportuno specificare, almeno, la tipologia merceologica e, pur non potendo offrire dati definitivi , per usare i suoi stessi argomenti, avrebbe potuto elargire dei dati previsionali per determinare lo sviluppo economico i che , sia pure in termini teorici si attende in termini di PIL, di valore aggiunto, di reddito pro capite e familiare, di consumi e di occupazione relativamente alle 5 aziende che hanno avviato l’attività grazie al progetto.

Ultimi Articoli