Territorio: non ancora pronte le paline con gli orari dei bus nonostante gli annunci dell’assessore

Dovevano essere allestite entro la scorsa settimana le 220 paline bus della città, secondo quanto dichiarato dall’assessore al trasporto locale del Comune di Ragusa, Giovanna Licitra.
I termini non sono stati rispettati e l’esecutivo di segreteria di Territorio Ragusa, nella persona del suo Presidente, Michele Tasca, dopo aver atteso per un’altra settimana, rileva questo ennesimo ritardo dell’amministrazione Cass, questa la nota diramata:

“Nel corso della conferenza stampa indetta dall’amministrazione comunale per il potenziamento del trasporto pubblico locale, ospite il responsabile regionale dell’AST, l’assessore Licitra aveva detto chiaramente, parole ribadite successivamente in alcune interviste, che le 220 paline bus della città sarebbero state dotate delle tabelle con gli orari dei bus e le indicazioni sulle linee. Il tutto sarebbe avvenuto nel giro di due settimane, ne sono passate tre e non si vede nulla, o quasi.”

Lo afferma Michele Tasca, Presidente dell’esecutivo di segreteria del movimento politico culturale Territorio di Ragusa, dopo l’ennesimo inutile proclama di questa amministrazione che dimostra solo di essere pratica nell’annuncio roboante.

Afferma ancora Tasca, irritato per il mancato rispetto dei tempi diventato una costante per le scadenze indicate da questa amministrazione: “i componenti di questa giunta sono praticissimi nell’indicare termini di consegna dei lavori pubblici, ma tutto è in attesa: piazza del Popolo, impianto di via delle Sirene, parcheggio di Ibla, Vallata Santa Domenica, anche al Castello di Donnafugata, all’esterno e all’interno, non sembra che i lavori vadano spediti. Tralasciamo di disquisire sulle trattative per palazzo Tumino, sull’avvio dei lavori per l’area dell’ex scalo merci, e su altre importanti opere.
Si potrebbe pensare che le grandi opere comportino intoppi e tempi lunghi, ma questa amministrazione non è capace nemmeno di stampare 220 fogli adesivi da incollare su adeguato supporto per rendere operative le paline bus sparse per la città, nonostante gli annunci precisi.”

“Senza dire – aggiunge Tasca – che non è prevista nessuna ‘bonifica’ delle paline esistenti, troppo alte per una comoda lettura, rivolta, prevalentemente alle persone anziane, molte annegate fra le fronde degli alberi, alcune addossate ai muri delle case, privilegiando solo l’esposizione del pannello pubblicitario,
In proposito, servirebbe capire chi è il proprietario delle pensiline, chi gestisce la pubblicità attualmente esposta e in base a quale contratto, dando per scontato che siano regolarmente pagati diritti di affissione.”

“In attesa che il ripristino di tutte le paline – conclude Tasca – sia ultimato, in verità qualche tabella con gli orari c’è già, sarebbe opportuno che l’assessore chiarisse questi aspetti.”

Ultimi Articoli