Territorio: “Uniti nel ricordo delle vittime originarie della nostra terra”.

11 settembre 2001, ancora vivo nel ricordo di tutti il momento del tragico attentato alla Torri Gemelle di New York, quando due aerei si abbatterono sui grattacieli della Grande Mela, provocando la perdita di circa 3.000 persone, di tutte le classi sociali, manager, impiegati, operai, oltre ai passeggeri stessi di quegli aerei dirottati e al personale di soccorso che cercò, in tutti i modi di salvare eventuali superstiti.
Dopo vent’anni, non sono ancora del tutto definiti i contorni dell’attentato, l’allarme terrorismo è ancora latente in tutto il mondo.
Il ricordo delle vittime è ancora vivo in molte persone, prima di tutto nei familiari delle vittime, e nei paesi di origine di ciascuno di loro, dove le amministrazioni furono attive nel commemorare e ricordare i propri concittadini, le vittime originarie del posto.
Ancora dopo vent’anni si rinnova il ricordo di quell’evento e si è vicini al dolore dei familiari sopravvissuti alla tragedia.
Fra le vittime un ragusano di seconda generazione, John Spadaro, un manager del settore finanziario, che stava lavorando al 98° piano di uno dei grattacieli, un’altra vittima di origini iblee, un soccorritore, un vigile del fuoco di origini pozzallesi, Joseph Agnello.
A Pozzallo, nell’anno successivo alla tragedia, l’amministrazione comunale organizzò una commemorazione alla presenza dei genitori di Agnello, presente anche il capo dei Vigili del Fuoco di new York.
A Ragusa, nel 2010, l’amministrazione comunale presieduta da Nello Dipasquale intitolò a John Spataro una via cittadina, precisamente quella che collega via Rumor a via Pietro Nenni.

A vent’anni esatti dalla tragedia, Territorio provinciale vuole ricordare le vittime originarie della nostra terra ed è accanto ai parenti, vicini e lontani, per rinnovare i sensi del più profondo cordoglio, mai affievolito, che ci trova uniti nell’amore per la terra natia.
Una occasione di ricordo per i singoli e di corale partecipazione ideale al dolore dei parenti.

Il Direttivo provinciale di Ragusa di Territorio

Ultimi Articoli