Un dj non ci starebbe male nella squadra di esperti e collaboratori di Palazzo dell’Aquila

I grillini stanno diventando meglio della Madonna di Lourdes, quanto a miracoli, il miracolato di turno, l’ultimo delle scelte dei vertici del Movimento 5 Stelle, è l’ex dj di Beppe Grillo, ex speaker della web tv del Movimento 5 Stelle, che secondo quanto riporta “Il Giornale”,
https://www.ilgiornale.it/news/politica/dj-miracolato-ingaggiato-palazzo-chigi-50mila-euro-1874902.html
avrebbe trovato posto a Palazzo Chigi, con la nuova era grillina nei Palazzi.
Si ingrossa la fila di amici, compagni di scuola, riciclati e ripescati pentastellati piazzata tra uffici e staff dei ministri.
Solo i grillini di Ragusa, dopo transfer da e per l’aeroporto, dopo vacanze iblee a base di granite e pasta al forno, non hanno avuto adeguata considerazione da parte dei vertici5 Stelle che dal nostro territorio sono stati abbondantemente nutriti di voti.
“Il Giornale” lascai spazio ad un possibile caso di omonimia, ma pare, dal curriculum, che ad essere assunto per 4 mesi, dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Fraccaro, sia proprio l’ex braccio destro di Grillo, che si dovrebbe occupare di comunicazione istituzionale per il modesto compenso di oltre 10 mila euro al mese, 50.000 euro in tutto, andandosi ad occupare di supportare l’attività dell’ufficio stampa del sottosegretario Fraccaro.
Un nome di eccellenza, comunque, nella galassia pentastellata di vertice, il dj Ponzano sarebbe una vecchia conoscenza nel mondo grillino: fedelissimo di Grillo ed ex collaboratore della Casaleggio Associati. Per anni è stato speaker e volto della web tv del Movimento: La Cosa. Era sul palco di tutti i VDay, ha gestito gli streaming delle famose consultazioni con Pier Luigi Bersani, ogni settimana insieme al «fedelissimo» di Grillo Massimo Bugani aveva il compito della controrassegna stampa del Movimento.
Una specie di icona per gli attivisti. Nel 2014 l’addio. In una lunga lettera, Ponzano spiegava le ragioni del divorzio: dai contrasti con i vertici della Casaleggio alla decisione di inserire i banner pubblicitari nei servizi della web tv grillina. Insomma, con grande anticipo, aveva immaginato la deriva del Movimento 5stelle.
Ora la ricucitura con i grillini, anni e anni di sacrifici, accanto al comico, in giro per l’Italia, sono stati (finalmente) ripagati.

Ci viene da pensare ai collaboratori e agli esperti di casa nostra, in particolare al portavoce del Sindaco, altro elemento che proviene dal mondo grillino, noti i suoi trascorsi a Parma e i suoi rapporti con il sindaco di quella città, grillino della prima ora poi dissidente, che si occupa, come da lui stesso specificato di comunicazione ‘politica’ del primo cittadino, mentre questo nuovo assunto del governo giallorosso è stato ingaggiato per la comunicazione istituzionale che il nostro si guarda bene dal trattare.
Ma qualche amico che lavora agli Enti Locali a Palermo, ci suggerisce che, forse, con i soldi pubblici non si può pagare la comunicazione ‘politica’, un altro miracolo ?

Ultimi Articoli