Un laboratorio di cineforum per i pazienti della U.O.C. Psichiatria di Modica-Scicli

Sanità e cultura si incrociano per trovare nuovi strumenti d’intervento a beneficio della Salute Mentale. L’Unità complessa di Psichiatria di Modica-Scicli, diretta dal dott. Onofrio Salvatore Falletta, dal 15 marzo avvierà il progetto “Noi e il Cinema”, un percorso annuale di cineforum rivolto ai pazienti in carico al Servizio e ai loro familiari, per offrire un’opportunità di riflessione e condivisione, partendo dalla necessità di un raccordo interdisciplinare tra l’area della Salute Mentale e le attività artistico-narrative.

“Come confermano gli studi scientifici – dice Alessandra Barone, sociologa del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP, guidato dal dott. Pino Morando – l’utilizzo del cinema può avere un ruolo di rilievo per la pratica clinica nei contesti riabilitativi e terapeutici, perché consente alla persona di avviare processi identificativi e di rispecchiamento, e di aprire una finestra sulle proprie emozioni per diventarne maggiormente consapevoli. Il progetto risponde, poi, al bisogno di pazienti e familiari di vivere maggiori occasioni di socializzazione che possano aumentare il senso di appartenenza al Servizio e favorire la creazione di una rete sociale informale”.

La rassegna cinematografica, curata in collaborazione con Giuseppe Volpino, esperto di cinema e curatore di molteplici attività di cineforum, si snoderà durante tutto l’anno, con incontri mensili.
I film sono stati selezionati in base al valore artistico e all’appropriatezza del contenuto rispetto al pubblico cui sono rivolti. Le proiezioni saranno, inoltre, precedute dalla presentazione del film e seguite da un approfondimento e una discussione sugli stimoli ricevuti.

Ultimi Articoli